decorazione plastico-pittorica, elemento d'insieme di Giulio Romano, Andrea Conti (attribuito), Conti Biagio (attribuito) - ambito mantovano (secondo quarto, secondo quarto sec. XVI, sec. XX)

decorazione plastico-pittorica,

Apparato plastico-pittorico a decorazione dello sguincio della finestra e decorazione pittorica murale dell'area sottostante

  • OGGETTO decorazione plastico-pittorica
  • MATERIA E TECNICA stucco/ modellatura a stampo
    intonaco/ pittura a fresco
    stucco/ doratura
    stucco/ modellatura
    stucco/ pittura
  • AMBITO CULTURALE Ambito Mantovano
  • ATTRIBUZIONI Giulio Romano (1499 Ca./ 1546): disegnatore
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Complesso Museale di Palazzo Ducale
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Ducale/ D, 1, 24/ Camerino dei Cesari
  • INDIRIZZO p.zza Sordello, 40; p.zza Paccagnini, 3, Mantova (MN)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Presso la finestra che si apre nella parete orientale, affacciata sulla loggia di Eleonora, si distinguono due tipi di decorazione: la parte sottostante la finestra presenta motivi dipinti a imitazione di una zoccolatura marmorea, con intarsi a losanga al centro di ogni lato; la parte superiore, attorniante l'infisso, è caratterizzata da un complesso plastico-pittorico costituito da motivi a racemi dipinti su fondo bianco e bordati da una cornice in stucco ornata da kyma di foglie: al centro dei laterali due piccole cornici mistilinee, dipinte a imitazione di quelle in stucco presenti all'interno delle lesene alle pareti del camerino, ospitano due targhe con profilo a cartocci in trompe-l'oeil, mentre al centro del lato superiore si osserva una rilievo in stucco bianco su fondo blu scuro. Il soggetto consiste in una donna su alcuni gradini che, assistita da un amorino, offre libagioni su un piccolo altare, la cui fronte reca l'iscrizione “Fides R (?)”: il motivo dell'ara con motto “Fides” appartiene all'impresa del Monte Olimpo di Federico II Gonzaga. Dell'insieme decorativo, solo le cornici in stucco con motivo a foglie e il rilievo al centro del lato superiore spettano alla fase giuliesca; i racemi dipinti su fondo bianco (la cui fattura e qualità differiscono con evidenza da quelle dei racemi dipinti nel pannello soprastante la finestra), con lo zoccolo a finti marmi della zona inferiore, paiono spettare al restauro del 1926 ca. Sui due laterali, le targhe dipinte sono state realizzate sfruttando i frammenti dell'originaria colorazione blu scuro che certamente fungeva da fondo per altrettanti rilievi: questi, come il superiore, dovevano essere inseriti in cornici in stucco dorato analoghe a quelle presenti nelle lesene del camerino e qui riproposte pittoricamente
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0303267709-5
  • ISCRIZIONI Lato superiore, rilievo in stucco centrale, su fronte dell'ara - Fid / es / R - capitale romana - non determinabile - latino
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

FA PARTE DI - BENI COMPONENTI

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Giulio Romano (1499 Ca./ 1546)

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE