guerriero seduto tra rovine

arazzo, ca 1745 - ca 1749
Francesco Demignot (attribuito)
notizie 1737/ 1785
Antonio Dini (attribuito)
1700 ca./ 1771
Francesco Antoniani
1700 ca./ 1775

Riduzione ordito 6 cm.; riduzione trame 12 cm. Bordura a finta cornice lignea intagliata, decorata con mazzi di fiori. Paesaggio con rovine e vegetazione. In primo piano un guerriero con baffi e elmo piumato seduto su una pietra e appoggiato alla spada; lo sovrasta un'urna a vaso istoriata e in parte rovinata. Colori: beige, bianco in più tonalità, verde, azzurro, rosso, arancione, senape. Fodera in più teli, originale; presenta numerose toppe di tela diversa. Sospensione a cordicella lungo il lato superiore; due anelli agli angoli superiori

  • OGGETTO arazzo
  • MATERIA E TECNICA lana/ arazzo
    filo di seta
  • AMBITO CULTURALE Manifattura Torinese
  • ATTRIBUZIONI Francesco Demignot (attribuito): esecutore arazzo
    Antonio Dini (attribuito): esecutore cartone
    Francesco Antoniani
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo di Palazzo Reale
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Reale
  • INDIRIZZO Piazzetta Reale, Torino (TO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La serie comunemente denominata "Le Architetture" comprende due arazzi grandi ("Guerrieri tra le rovine di un antico edificio", "Guerrieri tra architetture rovinate") e quattro "entrefenêtre" ("Guerriero seduto tra le rovine", "Guerriero presso un'urna", "Guerriero appoggiato ad una balaustra", "Guerriero appoggiato a balaustra con statua"). I cartoni furono tutti realizzati da Francesco Antoniani, al quale fu corrisposto un compenso di L. 460 il 20 agosto 1745 per la realizzazione di tre dipinti con architetture rovinate; lo stesso artista ricevette in seguito dei pagamenti per altri dipinti "da servir di modello ut supra", tra il giugno 1746 e il luglio 1747. L'insieme dei cartoni era stato ideato per l'esecuzione di arazzi ad alto e basso liccio: l'elenco dei lavori di Antonio Dini menziona soltanto tre arazzi di questo gruppo tessuti ad alto liccio; inoltre per l'arazzo "Guerrieri tra le rovine di un antico edificio" esiste, nella Palazzina di caccia di Stupinigi, un cartone diviso in tre pezzi che è in controparte, e quindi è stato tessuto da Francesco Demignot in basso liccio; sempre a Stupinigi esiste un cartone per l'arazzo "Guerrieri tra architetture rovinate", il quale fu tessuto da Antonio Dini ad alto liccio seguendo il senso del dipinto, e non in controparte. Per gli entrefenêtre mancano i cartoni (cfr. M. Viale Ferrero, Arazzi, in "Arazzi e tappeti antichi", Torino 1952, pp. 136-137; M. Viale Ferrero, Arazzi, in "Mostra del Barocco Piemontese", Torino 1963, pp. 6, 16-17)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0100171926
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Musei Reali - Palazzo Reale
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte
  • DATA DI COMPILAZIONE 1988
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2007
    2016
  • ISCRIZIONI in basso, a sinistra - 1220 D.C - stampatello - a stampa/ rosso -

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Francesco Demignot (attribuito)

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Antonio Dini (attribuito)

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Francesco Antoniani

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1745 - ca 1749

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE