Damigella Isabella Dalla Valle di Pomaro

positivo, ca 1849 - ante 1857
Le Lieure, Henri
1831-1914

Ritratto fotografico ritoccato a olio, con fondo rinforzato a pastello, forse originariamente inserito in cornice ellittica, raffigurante figura femminile di giovane in piedi, di tre quarti, con capelli acconciati in una treccia appuntata sul capo, mani appoggiate allo schienale di una poltrona. Indossa un abito con maniche morbide e ampia gonna su camicia bianca

  • OGGETTO positivo
  • SOGGETTO Isabella Dalla Valle di Pomaro
  • MATERIA E TECNICA albumina
  • CLASSIFICAZIONE RITRATTISTICA
  • ATTRIBUZIONI Le Lieure, Henri: fotografo principale
  • LOCALIZZAZIONE Alba (CN) - Piemonte , ITALIA
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il ritratto fotografico su cartone, probabilmente eseguito all’albumina e ripreso a olio e pastello, raffigura la damigella Isabella Dalla Valle di Pomaro, secondo l’iscrizione vergata sul retro. Insieme a quello di Aurelia e Ferdinando (cfr. 0100408572 e 0100408573) e ad altri ritratti di iconografia dinastica era conservato nel castello di Pomaro Monferrato, nell’appartamento riservato al padre, il senatore e sindaco di Casale Giuseppe Rolando, come attesta la sommaria descrizione degli ambienti della dimora lasciata da Giuseppe Niccolini nel volume del 1877 “A zonzo per il circondario di Casale Monferrato” (cfr. p. 76). Il 1857 che segna la morte della giovane, è la data ante quem per la realizzazione dello scatto, e questo limite coinciderebbe in particolare con quella del ritratto del marchesino Ferdinando, scomparso anch’egli prematuramente nello stesso anno. In ogni caso i due ritratti fotografici ritoccati in pittura dei giovani Dalla Valle rappresentano precocissimi esempi del lavoro dell’apprezzato fotografo francese, nato a Nantes nel 1831 e presente sicuramente dal 1856 a Torino, dove inaugurò uno studio presto frequentato dalla casa regnante e dall’aristocrazia piemontese presso il Giardino Pubblico Vecchio, nel padiglione del Caffè della Rotonda, e che dal 1861 al 1863 lavorò in società con la denominazione "Le Lieure e Comp.”, per trasferirsi a Roma dopo l’Unità (M. Falzone del Bernabò, Le Lieure Henri in Fotografia italiana dell'Ottocento, catalogo della mostra (Firenze, Palazzo Pitti, ottobre-dicembre 1979; Venezia, Ala Napoleonica, gennaio-marzo 1980) a cura di M. Miraglia, D. Palazzoli, I. Zannier, Milano e Firenze 1979, p. 160). Fra il 2 e il 5 ottobre 1980 i beni del castello di Pomaro appartenuti fino a quel momento a Pier Francesco Calvi di Bergolo furono alienati attraverso un’asta gestita in loco dal Palazzo Internazionale delle Aste e Esposizioni di Firenze. Maria Maddalena Gonella di Saluzzo si aggiudicò oltre a questo ritratto anche l’olio su tela del 1585 che raffigura Ottavio Dalla Valle (cfr. 0100106917)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Fotografia
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà privata
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0100106916
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Alessandria, Asti e Cuneo
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Alessandria, Asti e Cuneo
  • DATA DI COMPILAZIONE 2020
  • ISCRIZIONI retro - Damigella Isabella Dalla Valle di Pomaro/ figlia del marchese Giuseppe Rolando e della/ marchesa Francesca Guidi di Bagno/ nata a Casale Monferrato il 2 ottobre 1839, / morta a Firenze nel 1857 - corsivo - francese

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Le Lieure, Henri

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'