Mezzogiorno a Villa Manzo. Mezzogiorno a Villa Manzo

dipinto, 1936 - 1936
Olga Schiavo
1912/ 1991

dipinto

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tavola/ pittura a olio
  • MISURE Altezza: 39 cm
    Larghezza: 49 cm
  • AMBITO CULTURALE Ambito Salernitano
  • ATTRIBUZIONI Olga Schiavo
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Pinacoteca Provinciale di Salerno
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Pinto
  • INDIRIZZO via Mercanti 63, Salerno, Salerno (SA)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La pittrice approda giovanissima al mondo dell'arte prima in ambito musicale e poi pittorico. Nel 1932 partecipa alla prima mostra di pittura femminile a Salerno e alla II mostra di arte allestita nelle sale del liceo “Tasso”. Sarà per lei un crescendo di partecipazioni a mostre in cui sviluppa il suo linguaggio ricco di suggestioni luministiche e cromatiche . Alla fine degli anni '30 raggiunge il punto massimo nella resa di impasti cromatici volti al risultato di effetti tonali e luministici (Bignardi, 1990, p 138). Il dipinto è stato lasciato alla pinacoteca Provinciale di Salerno, dall'autrice con lascito testamentario. L'opera fa parte di quella serie di paesaggi, realizzati dall'artista nella sua città, colti nelle diverse ore del giorno al variare della luce. Si tratta di paesaggi d'après nature ricchi di suggestioni luministiche e cromatiche. L'artista si adopera a restituire le luci del pomeriggio ricalcando la scena di un'effusiva luminosità cui non è estranea la mano di Pasquale Avallone, suo maestro dal 1930
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1500891619
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino
  • ENTE SCHEDATORE Provincia di Salerno
  • DATA DI COMPILAZIONE 2020
  • ISCRIZIONI in basso a destra - OLGA SCHIAVO - a pennello -

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Olga Schiavo

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1936 - 1936

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE