Convento di S.Maria della Porta e S.Domenico

Demanio dello Stato, inizio XIX - XIX

Edificio con due corti con chiostri a forma rettangolare. Strutture verticali in muratura mista in tufo, intonacata e dipinta. Copertura a tetto a falde, con ossatura lignea e manto in coppi e canali ed in parte copertura a terrazzo. Nei chiostri volte a crociera. Due scale di collegamento a due rampe di forma rettangolare. Pavimenti in marmitte di graniglia

  • OGGETTO convento
  • AMBITO CULTURALE Maestranze Locali
  • NOTIZIE Nella prima metà del XIII secolo si realizzò, presso l'antica chiesa di S.Paolo de Pagliara(Palearia) e detta più anticamente di S.Paolo de Nubilitate, il primo nucleo del convento.Dopo alcuni decenni dalla fondazione, il primitivo fabbricato del monastero non si ritenne più appropriato ai bisogni dei Frati ed all'importanza della città, per cui si rese necessario di ampliarlo e dotarlo di nuovi beni. L'arcivescovo Matteo della Porta, a tal fine, concesse all'ordine della chiesa di S.Paolo de Palearia, con le sue case, orti e adiacenze, per costruirvi tutti i nuovi edifici ed il monastero fu denominato, in omaggio al munifico arcivescovo, di S.Maria della Porta e S.Domenico.Dopo la costruzione del convento, nel 1275 fu eretta anche la nuova chiesa
  • LOCALIZZAZIONE Salerno (SA) - Campania , ITALIA
  • INDIRIZZO Via Sant'Eremita, Salerno (SA)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Architettura
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1500047097
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Salerno e Avellino
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino
  • DATA DI COMPILAZIONE 1980
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 1982
    2011

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE