monumento ai caduti - a fontana di Napolitano Giuseppe (Sec. XX)

monumento ai caduti a fontana, 1930 - 1930

L’opera presenta una base costituita da una piattaforma marmorea sulla quale si erge una struttura massiccia riportante in delle specchiature laterali i nominativi dei caduti e dei dispersi in entrambi i conflitti mondiali e una parte centrale rialzata caratterizzata da una fontana (la cui vasca è stata recentemente arricchita da lastre colorate per creare particolari effetti d’acqua) sormontata da una piccola vasca e una testa leonina al centro e ai lati da elementi decorativi in bronzo raffiguranti delle ghirlande di quercia e alloro attraversati da aquile reggenti con i propri artigli dei gladi; il tutto è coronato da fasci littori bronzei e da elmetti verdi in metallo. L’epigrafe dedicatoria e i nominativi dei caduti sono riportati mediante lettere applicate differentemente dalla disposizione originaria che li vedeva incisi sul marmo. Lateralmente sono disposte delle piccole fontane con vasche a conchiglia e cannule fuoriuscenti da teste leonine. L’area di rispetto è definita da una recente recinzione in ferro battuto

  • OGGETTO monumento ai caduti a fontana
  • MATERIA E TECNICA Bronzo
    MARMO BIANCO
    FERRO
  • ATTRIBUZIONI Giuseppe Napolitano: scultore
  • LOCALIZZAZIONE piazza
  • INDIRIZZO Piazza Badarello, Minucciano (LU)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il monumento a fontana, commissionato da un comitato locale allo scultore Giuseppe Napolitano, fu inaugurato il 7 dicembre 1930 alla presenza del podestà Nutini e dell’onorevole Carlo Scorza. L’opera è stata negli anni ’60 fortemente rimaneggiata per adempiere un progetto ideato e sostenuto da un comitato locale avente come obiettivo l’integrazione dell’elenco dei caduti nella Grande Guerra con i nominativi dei caduti e dei dispersi nel secondo conflitto mondiale. La disposizione dei nominativi non permette l’individuazione della relazione fra i caduti ed i singoli conflitti, ma ciò viene sopperito da un confronto fra le diverse testimonianze documentarie fotografiche. Il monumento è stato oggetto di restauro nel 1995 da Leo Sarteschi e Giancarlo Casotti. Bib.: Archivio ANCR Lucca (protocollo n° 3462 del 23/8/1960; lettera scritta dal presidente della sezione di Gorfigliano alla ANCR di Lucca, 20 settembre 1960; lettera che il vice presidente ANCR Dr Gino del Carlo invia al sindaco di Minacciano, prot. n° 5033/63, 23 novembre 1963); Archivio del Comune di Minucciano, lettera prot. 4809, 9 agosto 2004; Il Popolo Toscano del 7/12/1930; La Garfagnana del 2/10/1960
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900959929
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Lucca e Massa Carrara
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Lucca e Massa Carrara
  • DATA DI COMPILAZIONE 2015
  • ISCRIZIONI al centro - GORFIGLIANO/ AI SUOI CADUTI - capitale - a caratteri applicati - italiano

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1930 - 1930

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'