incontro di Iephte con la figlia

dipinto, post 1600 - ante 1649

Personaggi: Jefte; figlia di Jefte; soldati. Strumenti musicali: cembali. Architetture. Paesaggi. Animali: cane; cavallo

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tela/ pittura a olio
  • MISURE Altezza: 87
    Larghezza: 137
  • AMBITO CULTURALE Ambito Ligure
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Palazzo Comunale di Vado Ligure
  • INDIRIZZO Piazza S. Giovanni Battista, 9 R, Vado Ligure (SV)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il dipinto è registrato al n°12 dell'Inventario (6 luglio 1880) dei quadri ed oggetti d'antichità lasciati da Don Cesare Queirolo al Comune di Vado Ligure nel 1877.Il racconto è tratto dalla Bibbia (Giudici 11, 34) e narra della figlia di jefte che corre incontro al padre vittorioso, accompagnata da fanciulle danzando al suono dei cembali. La scena è resa con fluidità e movimento da un pittore probabilmente di ambito ligure-genovese della prima metà del Seicento.E' possibile infatti un richiamo alle opere di Anton Maria Vassallo e soprattutto ai suoi quadri da cavalletto in cui soldati e fanciulle sono inseriti in un paesaggio boscoso e fresco dove hanno parte importante particolari della realtà quotidiana (cfr. La pittura a Genova in Liguria, Genova, 1971)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA detenzione Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0700015102
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Imperia e Savona
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Liguria
  • DATA DI COMPILAZIONE 1979
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - post 1600 - ante 1649

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE