soggetto assente

bandiera, 1822 - 1822
Vittorio Tria
attivo a Torino 1814-1822

Drappo in origine quadrangolare, fondo in taffetas turchino, ornato in pieno dalla grande aquila al volo abbassato di Savoia Ai quattro angoli esterni sono poste cinque fiamme ondeggianti ciascuna di colore bianco. Sovrapposti alle fiamme sono posti: al 1° all'asta, entro uno scudetto, l'Arme di Pinerolo; al 2° al battente, un analogo scudetto con ricamato in maiuscoletto il nome del reggimento. Il drappo è bordato da tessuto di color azzurro, ornato con nodi di Savoia dorati alternati da rosette al naturale, il tutto riproducente il nastro dell'ordine sabaudo della Santissima Annunziata.||I motivi decorativi sono realizzati con la tecnica del ricamo a riporto e con punto lanciato in seta avorio e gialla.. Le cuciture sono rafforzate con ricami in seta o con bindelli in taffetas. Drappo a doppio dritto. La cravatte è in taffetas azzurro, rettangolare, su cui corre la scritta ricamata in seta color giallo

  • OGGETTO bandiera
  • MATERIA E TECNICA seta/ taffetas
    seta/ ricamo
    seta/ ricamo in seta
  • AMBITO CULTURALE Manifattura Torinese
  • ATTRIBUZIONI Vittorio Tria
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Musei Reali - Armeria Reale
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Reale
  • INDIRIZZO Piazzetta Reale 1, Torino (TO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il drappo della Bandiera Reale modello 1814 del reggimento di fanteria d'ordinanza nazionale Pinerolo doveva così apparire: di circa 133 cm di lato , ornato in pieno dalla grande aquila al volo abbassato di Savoia antica con in petto l'arme di Savoia moderna (di rosso alla croce d'argento) rivolta verso l'asta e sormontata dalla corona reale. Ai quattro angoli esterni sono poste cinque fiamme ondeggianti ciascuna di colore bianco. Sovrapposti alle fiamme sono posti: al 1° all'asta, entro uno scudetto, l'Arme in pieno di Pinerolo; al 2° al battente, un analogo scudetto con ricamato in maiuscoletto il nome del reggimento; al 3° all'asta e al 4° al battente una stella di colore nero. Fiamme e stelle sono orlati con ricamo color argento. Il drappo è bordato da tessuto di color azzurro, ornato con nodi di Savoia dorati alternati da rosette al naturale, il tutto riproducente il nastro dell'ordine sabaudo della Santissima Annunziata.||La cravatta è invece del modello 1838. ||La bandiera reale del reggimento di fanteria d'ordinanza nazionale Pinerolo, costituito nel 1822 per sostituire il reggimento Saluzzo, sciolto a seguito della sua partecipazione ai Moti costituzionali del 1821, fu confezionata nel 1822 dal tappezziere Vittorio Tria di Torino. Fu assegnata al primo battaglione del reparto. Successivamente, organizzatosi il reggimento in Brigata, dal 1838 la bandiera fu assegnata al primo battaglione del 14° reggimento di fanteria della Brigata Pinerolo che la sventolò ancora nei primi giorni della prima guerra d'indipendenza nazionale (marzo 1848) e la sostituì successivamente con il tricolore sabaudo.||Bibliografia: N. Brancaccio Nicola, M. A. Prolo, Dal Nido Savoiardo al Trono d'Italia. Milano, Edizioni Libri Fecondi, 1930, p. 252; A. Angelucci, Catalogo della Armeria Reale illustrato con incisioni compilato dal maggiore Angelo Angelucci per carica del Ministero della Casa Reale, Torino 1890, p. 488; C. A. Gerbaix de Sonnaz, Bandiere, stendardi e vessilli di Casa Savoia dai Conti di Moriana ai Re d'Italia (1200 - 1861). Tipografia degli Artigianelli, Torino 1911.||E. Ricchiardi, Le bandiere di Carlo Alberto (1814 - 1849). Editrice il Punto, Torino 2000.||Riferimenti Archivio Storico dell'Armeria Reale: Corrispondenza, fascicolo 355
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0100215918
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Musei Reali-Armeria Reale
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte
  • DATA DI COMPILAZIONE 2010

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Vittorio Tria

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1822 - 1822

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE