figura umana (riproduzione)

donna vestita da sposa, sec. XX prima metà

La figura ha la forma di una donna vestita da sposa con le mani ai fianchi. In realtà il davanti e il dietro sono dissimili, ciò significa che sono stati utilizzati stampi differenti; mentre nel davanti la figura della donna è resa con maggiore attenzione nella chioma e nella resa dell'abito arabescato, nel dietro la figura è più piccola, la chioma è priva di elementi decorativi e l'abito presenta delle semplici decorazioni geometriche

  • OGGETTO figura umana
  • MATERIA E TECNICA CERA
    filo di ferro
    modellatura/ stampo
  • MISURE Altezza: 19 cm
    Larghezza: 9 cm
  • SOGGETTO donna vestita da sposa
  • CLASSIFICAZIONE prodotti della lavorazione del latte
  • AMBITO CULTURALE Manifattura Locale
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo Nazionale Archeologico "Domenico Ridola", Collezione Etnografica
  • LOCALIZZAZIONE Convento delle monache di Maria Maddalena e S. Chiara (ex)
  • INDIRIZZO Via Domenico Ridola 24, Matera (MT)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La fabbricazione delle figure di formaggio o burro era soprattutto compito dei salariati addetti alla cura del bestiame; il #massaro# delle pecore o delle mucche. Emerge anche l'uso di modellare bambole a stampo di formaggio con l'aspetto di figure femminili con abiti riccamente decorati. Si tratta di un'arte caratteristica delle aree abruzzese, molisana, pugliese che si è diffusa anche in quella lucana. Quest'arte rappresenta la combinazione di due abilità: da un lato la modellatura della pasta di formaggio, e dall'altro l'intaglio ligneo, per le figurazioni talvolta molto complesso, incise in negativo sulla superficie dello stampo (Viccaro, 1984)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Beni demoetnoantropologici materiali
  • FUNZIONE E MODALITÀ D'USO Rappresentativa
    Questa figura non è altro che la riproduzione fedele delle figure di formaggio
  • CRONOLOGIA D'USO sec. XX prima metà
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà dello Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1700135389
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Museo Nazionale d'Arte Medievale e Moderna della Basilicata - Palazzo Lanfranchi
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata
  • DATA DI COMPILAZIONE 2005
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE