Piramide

Caserta, 1792 - 1794

Pianta: isolata, quadrata Numero dei piani: (pendìo trasv.), livello continuo, 1 Copertura: volta impropria Tecniche costruttive: muratura in conci uniformi di tufo, rivestita Pavimenti: in lastre di pietra Decorazioni esterne: paramento in lastre marmoree di stucco; portalino

  • OGGETTO piramide
  • AMBITO CULTURALE Ambito Campano
  • NOTIZIE La costruzione è una piramide quadrata, 4 metri di lato ed alta circa il doppio; la struttura è in blocchi di tufo, rivestito di paramento di intonaco a stucco. Nella facciata a meridione un portale nano immette in una celletta terranea, 1x2 m circa, in cui si intravede il dorso di una condotta idrica sotterranea. L'intera piramide può essere considerata come una volta finta o impropria/Ideazione, esecuzione e tecniche costruttive del progetto risalgono al primo decennio dalla fondazione del Giardino Inglese, alle mani di Graefer e Carlo Vanvitelli. Dal 1790 al 1795. Un terminale dell'Acquedotto Carolino e l'inizio del sistema idrico del Giardino avevano bisogno di un segnale architettonico molto forte. La piramide, oltre ad evocare esotismi egiziani ed esoterismi massonici, sublima funzioni e forme dei 67 pozzi di ventilazione che richiamano fuori terra l'acquedotto vanvitelliano in traforo, dalle sorgenti dello Sfizzo al Torrione della Cascata del Parco
  • LOCALIZZAZIONE Caserta (CE) - Campania , ITALIA
  • INDIRIZZO Piazza Carlo di Borbone, Caserta (CE)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Architettura
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1500161476
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Caserta e Benevento
  • DATA DI COMPILAZIONE 1992
  • DOCUMENTAZIONE GRAFICA pianta/prospetto/sezione (1)
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1792 - 1794

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE