gruppo scultoreo, ca 1778 - ca 1786
Andrea Violani (attribuito)
notizie seconda metà sec. XVIII

Scultura in marmo travertino di Montegrande, rappresentante due uomini seminudi, seduti su delle finte rocce voltati di spalle, che sorreggono un grande canestro a forma di conchiglia tagliato nel mezzo. Il primo delle due figure ha entrambe le braccia sollevate e il ginocchio sinistro tocca il terreno. Il secondo ha il busto flesso in avanti, con il braccio sinistro alzato dietro la schiena e il destro che spinge sul proprio ginocchio. Fra il collo di entrambi e la conchiglia passa un mantello che scivola sino a terra. La scultura è sistemata su un basamento rettangolare in declino

  • OGGETTO gruppo scultoreo
  • MATERIA E TECNICA travertino/ scultura
  • MISURE Altezza: 180
  • ATTRIBUZIONI Andrea Violani (attribuito)
    Angelo Brunelli (attribuito)
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo della Reggia di Caserta
  • LOCALIZZAZIONE Reggia di Caserta
  • INDIRIZZO Piazza Carlo di Borbone, Caserta (CE)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Sono complessivamente diciannove le cariatidi, o forze , che si trovano dislocate lungo la doppia balaustrata della fontana di Eolo, assieme alle statue rappresentanti gli zefiri e le pile bacellate. La disposizione di questi schiavi che sostengono conchiglie, come alcune volte vengono chiamati, non ha un ordine particolare, tuttavia essi sono sempre disposti a coppie, ma singolarmente. Occorre precisare inoltre che esistono delle differenze negli atteggiamenti delle figure, anche se appartengono visibilmente ad una sola composizione o modello di base. Dai documenti trovati, risulta che quasi tutti gli scultori che operavano in quel momento nel parco furono impegnati in questo lavoro. In una nota del 1782 ad esempio, si riferisce che Angelo Brunelli ha terminato e situato in opera, un gruppo di due accademie che sostengono conchiglie per la fontana di Eolo, delle quali lo stesso scultore ne supplica l'apprezzamento, tenendo presente la stuccatura fatta di chiara d'uovo e di calce. Successivamente a seguito di una stima eseguita in data 15 aprile 1785 dal Bonito e da Francesco Celebrano, risulta un pagamento da affettuare allo scultore Andrea Violani di 1500 ducati, i quali sono per l'apprezzamento fatto per la scultura di tre gruppi di due figure, ciascuno che sostengono conchiglie in pietra. In data 1 luglio 1779 vengono pagati a Pietro Solari e a Paolo Persico 20 ducati, i quali sono a conto della scultura al gruppo delle forze per la fontana di Eolo della N.S.del Real Boschetto. Seguendo la successione dei pagamenti, se ne deduce che le opere venivano in genere stimate 360 ducati. Inoltre è lecito pensare che gli artisti furono impiegati fra il 1778-79 e il 1785-86
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1500068309
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Reggia di Caserta
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Caserta e Benevento
  • DATA DI COMPILAZIONE 1987
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2005

BENI CORRELATI

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Andrea Violani (attribuito)

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'