Bologna - Chiesa di S.Vitale - Cripta

negativo servizio, ca 07/1953 - ca 07/1953

Servizio composto da 6 lastre negative originariamente contenute in pergamino; tali buste, con iscrizioni e annotazioni, si conservano separatamente

  • OGGETTO negativo servizio
  • SOGGETTO Architettura religiosa - Chiese - Cripte
    Italia - Emilia-Romagna - Bologna - Chiesa dei Santi Vitale e Agricola in Arena - Cripta
    Elementi architettonici - Volte - Colonne - Pilastri
  • MATERIA E TECNICA VETRO
    gelatina ai sali d'argento
  • CLASSIFICAZIONE DOCUMENTAZIONE DEL PATRIMONIO ARCHITETTONICO
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Dall'Armi Marescalchi
  • INDIRIZZO via IV Novembre, 5, Bologna (BO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La cripta posta sotto la chiesa dei Santi Vitale e Agricola in Arena fu interessata da un sostanziale intervento di recupero nel 1892. In seguito alle soppressioni napeleoniche il convento adiacente alla chiesa venne chiuso e la cripta, circa un decennio più tardi, fu venduta all'Ing. Giovanni Battista Martinetti che la trasformò in una grotta, demolendone la copertura, applicandovi finte stalattiti e creando un luogo ameno di ispirazione romantica, dove la moglie Cornelia Rossi teneva riunioni mondane e culturali. Trascorso questo periodo di utilizzo privato e improprio, la cripta fu lasciata nel totale abbandono e fu progressivamente ostruita da macerie fino a diventare quasi del tutto interrata. Solo nel 1890 il parroco Don Luigi Pedrelli la riscattò e intraprese un progetto di recupero e restauro. I lavori furono affidati a Luigi Breventani e al Conte Annibale Bentivoglio. Tra il 1891 e il 1892 furono rimossi i detriti, consolidata e isolata esternemente la struttura e ricostruita la copertura. Il 3 luglio 1892, in occasione della Decennale della parrocchia e della Festa degli Addobbi, fu riaperta al culto. Da quel momento la cripta ha conservato l'aspetto odierno, con le tre absidi circolari e l'alternanza di pilastri polilobati e colonne (N_002622, N_002617). Il servizio realizzato dallo studio Villani riprende lo spazio da molteplici punti di vista con una illuminazione che esalta il dato materico della pietra scabra
  • TIPOLOGIA SCHEDA Fotografia
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0800641248
  • NUMERO D'INVENTARIO da N_002615 a N_002617; da N_002620 a N_002622
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
  • DATA DI COMPILAZIONE 2016
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

BENI CORRELATI

LOCALIZZATO IN

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 07/1953 - ca 07/1953

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'