Dottori della chiesa

decorazione pittorica, 1420 - 1422

soffitto scompartito da quattro vele costolonate dipinte a finto marmo policromo

  • OGGETTO decorazione pittorica
  • MATERIA E TECNICA intonaco/ pittura a fresco
  • ATTRIBUZIONI Pietro Di Domenico Da Montepulciano (attribuito): esecutore
    Arcangelo Di Cola Da Camerino (attribuito)
  • ALTRE ATTRIBUZIONI Maestro Di Osimo
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Cappella di S. Biagio
  • INDIRIZZO via Pompeiana, 25, Osimo (AN)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La decorazione pittorica occupa il soffitto della cappellina tabernacolo; è suddivisa in quattro vele costolonate in ognuna sono raffigurati in coppia i Dottori della Chiesa e gli Evangelisti seduti su un trono davanti ad uno scrittoio con un angelo tra di loro; i costoloni e gli angoli degli spicchi sono ornati a finto marmopolicromo, i colori richiamano quelli dei dipinti; gli affresch iindicati dal Serra come arte bolognese della seconda met...del XIV secolo (Serra L.,1929, p. 302) sono stati pubblicati per la prima volta nel 1936 dal Rotondi (p. 110) con l'attribuzione a Pietro Di Domenico da Montepulciano e quindi inseriti con certezza nel catalogo del pittore toscano fino a quando Francesco Rossi non avanzò l'ipotesi che non fossero opera sua ma di un ipotetico maestro diOsimo in quanto lontani dal linguaggio veneto tardo trecentesco caratteristico di Pietro (1968, p.199 ss.), un'altra proposta invece voleva accanto a Pietro il pittore Arcangelo Di Cola (P. Zampetti,1970, p. 80; A. Rossi P, 1970, p. 69) tesi considerata da lDonnini priva di fondamento per l'evidente unit..., coerenza dellinguaggio e dello stile; lo studioso ribadendo la paternit... di Pietro ne sottolineava il ritmo pacato e sereno derivato da Gentile da Fabriano in particolar modo dal Polittico Quara tesi del 1425 (Firenze, Galleria degli Uffizi); l'iconografia troverebbe riscontro nel ciclo di affreschi che Giovanni di Corraduccio dipinse nella volta della quarta cappella della Chiesa di San Francesco a Montefalco pressapoco nello stesso periodo (1420 circa); per entrambi i cicli era stato utilizzato un modello gentiliano, una sorta di tabernacolo sistemato sull'altare del Duomo di San Severino Marche e demolito nel '600 (G. Donnini, p. 11)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1100273014
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio delle Marche
  • ENTE SCHEDATORE Regione Marche
  • DATA DI COMPILAZIONE 1998
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Pietro Di Domenico Da Montepulciano (attribuito)

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Arcangelo Di Cola Da Camerino (attribuito)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1420 - 1422

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'