Palamede

statua, ca 1796 - ca 1804
Antonio Canova
1757/ 1822

Statua. Con la mano sinistra tratteneva i dadi, oggi scomparsi

  • OGGETTO statua
  • MATERIA E TECNICA marmo di Carrara/ scultura
  • MISURE Profondità: 65.4
    Altezza: 210.3
    Larghezza: 70
  • ATTRIBUZIONI Antonio Canova
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Villa Carlotta
  • INDIRIZZO via Provinciale Regina, 2, Tremezzo (CO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE L'opera era nella collezione Sommariva; passa poi nella collezione del Duca Giorgio di Sassonia Meiningen. La collezione Sommariva era presso il palazzo parigino di rue Basse des Remparts.La statua esposta nello studio di Canova a Roma nel 1805, cadde a terra durante un'inondazione del Tevere per un cedimento di un bilico, rischiando di travolgere l'artista ed il pittore V. Camuccini. Sommariva chiese, dato che la statua si era spezzata in vari punti, una riduzione dei 5.000 scudi in parte già pagati, ma lo scultore rispose: "Canova non ribassa i prezzi, farà un'altra statua", facendo capire che avrebbe dovuto attendereparecchi anni. Intanto un polacco s'offerse di rilevare la statua rotta. Sommariva finì allora con l'accettare la statua restaurata dallo stesso Canova.L'opera fu poi nel 1818 trasferita a Tremezzo e ambientata in maniera suggestiva attraverso un gioco di specchi, per esaltarne la bellissima schiena, che Sommariva fece incidere da Pietro Bettellini su disegno di J. B. Wicar.L'opera appena entrata nella villa si trovava nella Stanza del Palamede sino al 1858. Fu acquisita (per sequestro) al Demanio dello Stato nel gennaio 1922; dal 12-5-1927 in gestione all'Ente "Villa Carlotta". Notifica inviata dalla R. Sovrintendenza alle Gallerie al sindaco di Tremezzo il 28/1/1911 (Arch. Sop. MI).(Cfr. Pavanello G., L'opera completa del Canova, Milano 1976, p. 105, n. 125; vedi cartaceo per la bibliografia)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0300053399
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Como, Lecco, Monza-Brianza, Pavia, Sondrio e Varese
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni storici artistici ed etnoantropologici per le province di Milano Bergamo Como Lecco Lodi Monza Pavia Sondrio Varese
  • DATA DI COMPILAZIONE 1980
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2010
  • ISCRIZIONI sulla base, al centro - PALAMEDE - lettere capitali -

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Antonio Canova

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'