putti

decorazione plastico-pittorica, 1740 - 1760

Volta con al centro una cornice polilobata decorata da conchiglie e ornati vegetali e ai quattro angoli grandi volute a sostegno di vasi con fiori e conchiglie, entro le quali trovano posto quattro putti

  • OGGETTO decorazione plastico-pittorica
  • MATERIA E TECNICA intonaco/ pittura
  • AMBITO CULTURALE Ambito Luganese
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Villa della Regina
  • INDIRIZZO Strada Comunale Santa Margherita, 79, Torino (TO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Nel 1942 Eugenio Olivero segnala come già mancante la tela centro volta, già inserita entro cornice polilobata in stucco (E. Olivero 1942, p. 27). Infatti nel 1879 l'opera compariva già nell'"Inventario degli oggetti d'Arte esistenti nel Reale Castello di Moncalieri", registrata con il numero 604 (m. 2.70x3.60), e accompagnata dall'annotazione per un mandato di scarico n. 3 del 12 marzo 1890 (A. Griseri 1988, p. 22). In situ rimanevano i "magnifici stucchi bianchi della cornice orizzontale e degli angoli molto sviluppati a volute portanti un vaso di fiori e conchiglie entro le quali sono annidati quattro putti", il cui stile, secondo l'autore, trovava precisi confronti con la decorazione plastica della camera cubiculare della Regina (stanza n. 24), caratterizzata negli angoli, "[...] da grandi cornici ovali di stucco a fogliami, conchiglie e putti che circondano medaglioni ovali dorati portanti in altorilievo le quattro Virtù Cardinali coi loro simboli [...] il tutto di esecuzione eccellente" (E. Olivero 1942, p. 26).Le indagini condotte dalla restauratrice Sandra Perugini sulle superfici piane della volta e delle pareti hanno evidenziato una stratigrafia sostanzialmente coerente seppure con variazioni nella cromia: la fase originale prevedeva un intonaco a grana medio fine con una colorazione chiara; a questa furono sovrapposte rispettivamente una campitura di colore verde chiaro brillante, una di colore verde scuro, una marrone, una di colore rosa e infine l'attuale verde pallido. Sulle superfici in stucco della volta la stratigrafia appare ridotta a tre soli strati di cui il più antico corrisponde probabilmente alla campitura di colore verde chiaro brillante delle pareti. Le analisi consentono di riconoscere che la sequenza e le cromie di questa stanza corrispondono perfettamente a quelle riscontrate nella stanza n. 30.Va inoltre sottolineato che nella parte alta delle pareti, sotto l'intonaco di supporto della prima fase, sono ancora visibili lembi di intonaco dipinto pertinenti alla decorazione seicentesca della sala prima della costruzione dell'attuale volta a padiglione
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0100206457
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte
  • DATA DI COMPILAZIONE 2003
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2007

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1740 - 1760

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE