paliotto, opera isolata - manifattura francese (seconda metà sec. XVIII)

paliotto,

Armatura: Pékin liseré broccato (fondo a bande in gros de Tours, cannelé, simpleté, diagonale, spina, opere a nove trame broccate). Colori: fondo avorio, verde chiaro, disegno perla, giallo, celeste, cremisi, rosa-pesca, verde, beige, marrone. Disegno: su un fondo a bande verticali formate di sottili righe alternate a bande affiancate da una coppia di righe, si sviluppano con andamento verticale teorie di rami sinuosi con fiori, bacche e mazzi di tre piume. Da questi rami fioriti ne nascono degli altri che congiungono tra loro le teorie, dando origine alla formazione di 'maglie a rombo' irregolari, che racchiudono piccoli mazzi con due spighe, quattro piume, legati da un cordone terminante in due fiocchi. Passamaneria: una bordura in seta gialla e oro filato, decorata da coppie di fiori a cinque petali con bocciolo, nascenti dai motivi a 'spina' del fondo. Fodera: tela di canapa rosa, dell'epoca

  • OGGETTO paliotto
  • MATERIA E TECNICA canapa/ tela
    seta/ liseré
    seta/ pékin
    seta/ broccata
    filo dorato/ lavorazione a telaio
  • AMBITO CULTURALE Manifattura Francese
  • LOCALIZZAZIONE Arona (NO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Una pianeta con borsa di corporale uguale al tessuto del paliotto sono presenti nella chiesa di S. Maria di Arona. La caratteristica di questo tessuto è essenzialmente rappresentata dalla qualità tecnica che, giocata sulla compresenza di più armature, determina la struttura dell'intero motivo decorativo, sviluppato più nel fondo a bande verticali che nel resto del disegno. Quest'ultimo, infatti, caratterizzato dal consueto motivo floreale del ramo fiorito sinuoso, qui variato solo dall'introduzione di dettagli più insoliti come le piume, le spighe e i cordoni coi fiocchi, viene ad assumere una funzione secondaria rispetto al fondo, in quanto si rimpicciolisce nelle proporzioni, diventando così un elemento decorativo dinamico che rompe la rigidità imposta al disegno dalle bande verticali del fondo. Questa possibilità di combinare diverse armature in uno stesso tessuto operato, rappresenta una delle tante svariate soluzioni raggiunte dalla tecnica tessile settecentesca, specie sul finire del secolo, quando il suo alto livello di perfezione finì col diventare fattore decisivo per qualsiasi soluzione decorativa. Cfr. G. Migeon, "Les arts du tissu", Parigi 1910; D. Devoti, "L'arte del tessuto in Europa", Milano 1974; B. Markowsky, "Europaische Seidengewebe des 13-18 Jahrhunderts", Koln, 1976
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente religioso cattolico
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0100014570
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte
  • DATA DI COMPILAZIONE 1978
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
  • LICENZA CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE