Bbamminieddu 'nta scaffarata (Ceroplastica, bene semplice/ parte residuale)

ante 1891 - ca 1900

Il manufatto, una scarabattola in stile Luigi Filippo in legno, caratterizzata da due colonnine tortili sulla facciata e due piccole pigne negli spigoli dell’architrave, contiene una grande ceroplastica che raffigura il Bambin Gesù e, tutt’intorno, un presepe con piccoli personaggi in cera. Il Bambin Gesù è seduto su una balza di sughero e regge con la mano destra un cuore, con la sinistra la croce. Indossa un vestitino di pizzo bianco e una collana di corallo al collo. Attorno alla figura è una corona di fiori e frutta di cera. Ai piedi del Bambinello, di dimensioni ridotte, sono: a destra San Giuseppe, a sinistra la Madonna; al centro un altro Bambinello stante con le mani alzate. Davanti a quest’ultimo, un giaciglio di carta colorata, con un bambinello dormiente. Ai lati, sono due pecorelle. Sullo sfondo della scarabattola, sono due angeli con cartigli in mano

  • OGGETTO ceroplastica devozionale
  • CLASSIFICAZIONE RITUALITÀ/ OGGETTI DEVOZIONALI
  • AMBITO CULTURALE Produzione Artigianale
  • ALTRE ATTRIBUZIONI Toscano
    Toscano Xix/ Metà Analisi Stilistica A Seguito Di Ricerche E Confronti Stilistici, L'opera Potrebbe Essere Attribuita A Una Famiglia Di Ceroplasti Attivi In Adrano (ct) A Partire Dalla Metà Del Xix Secolo. La Famiglia Produceva Ex Voto Anatomici, Candele E Soprattutto Bambinelli Dentro Scarabattole In Legno. Molte Opere Provenienti Da Questa Bottega Sono Conservate Presso Il Museo Di Adrano "saro Franco"
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Casa-Museo Antonino Uccello
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Bonelli Ferla
  • INDIRIZZO Via Niccolò Machiavelli, Palazzolo Acreide (SR)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE In Sicilia si può cominciare a parlare dell’arte della ceroplastica attorno al 1384 quando si creavano statue di Santi in cera, poste sopra i fercoli processionali delle singole confraternite durante le processioni. È solo alla fine del XVII secolo che in Sicilia si assiste a una evoluzione della ceroplastica, nella quale diverse tecniche incontreranno la perizia scultorea di molti artisti, il tutto con nuove tipologie di cere colorate che daranno vita ad opere con tema prevalentemente religioso. A Siracusa si affermarono particolarmente due artisti: Matteo Durante e Giulio Gaetano Zummo
  • TIPOLOGIA SCHEDA Beni demoetnoantropologici materiali
  • FUNZIONE E MODALITÀ D'USO devozionale
    Nel periodo delle festività natalizie, l'oggetto veniva posto sul comò o sul tavolo a scopo devozionale
  • CRONOLOGIA D'USO XIX - XX/ metà
  • LUOGO DI REALIZZAZIONE Adrano (CT) - Sicilia , ITALIA
  • AUTORE DELLA FOTOGRAFIA Pedalino, Raimondo
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1900384374
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Centro Regionale per l'Inventario e la Catalogazione
  • ENTE SCHEDATORE Galleria regionale di Palazzo Bellomo
  • DATA DI COMPILAZIONE 2022
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ante 1891 - ca 1900

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE

ITINERARI