CALICE, insieme - ambito bizantino (sec. XI, secc. VIII/ IX)

CALICE, post 1000 - ante 1099

Alto piede troncoconico svasato in argento dorato, con rigonfiamento anulare verso la coppa; lungo il diametro il piede è decorato da una doppia linea di granuli, con al centro una fila di piccole perle. Al di sopra corre una fascia dove vi sono delle incastonature quadrate con pietre colorate, con al di sopra un'altra linea di granuli. Coppa emisferica in vetro verde con decoro a intaglio. Lungo l'orlo corre una fascia in argento dorato la cui decorazione ripete la scansione di quella del piede, con la differenza che tra i castoni quadrati erano posizionate delle placchette rettangolari con iscrizione a smalto, di cui ne sopravvive solo una. Alcuni piccoli anelli sono posizionati lungo la fila di perle. La montatura della base e dell'orlo è collegata da tre bande verticali profilate da una doppia linea di granuli con al centro delle pietre quadrate colorate

  • FONTE DEI DATI Regione Veneto
  • OGGETTO CALICE
  • MATERIA E TECNICA argento/ doratura
    perle
    vetro/ cabochon
    vetro/ intaglio/ molatura
    smalto
  • AMBITO CULTURALE Ambito Bizantino
  • ALTRE ATTRIBUZIONI Iraq O Iran
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Tesoro
  • LOCALIZZAZIONE Basilica di San Marco
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La montatura, eseguita presumibilmente a Costantinopoli, trasformò una più antica coppa islamica in calice eucaristico. L'iscrizione, di cui resta solo una parte, citava le parole (che ricorrono anche su altri calici del Tesoro) impiegate nella liturgia bizantina per la consacrazione dell'eucarestia, Agli anellini erano appese ulteriori decorazioni pensili andate perdute
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente ecclesiastico
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA PSMVE
  • ENTE SCHEDATORE Regione Veneto
  • ISCRIZIONI lungo la fascia dell'orlo - O ECTI TO - a smalto - greco
  • LICENZA CC-BY 4.0

BENI COMPONENTI

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - post 1000 - ante 1099

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE