N. 1./ Avanzi delle così dette Carceri del Circo dell'antica Città di Boville sulla Strada di Albano presso le Frattocchie
Insieme di venticinque incisioni raffiguranti vedute di paesaggi romani con rovine storiche

positivo, post 1867/02/00 - ca 1900
Anonimo
XIX seconda metà
Vincenzo Vecchi
attivo 1867

Albumine incollate su di un supporto secondario di cartoncino liscio avorio di grammatura pesante

  • OGGETTO positivo
  • SOGGETTO Artisti italiani - Sec. 19. - Vecchi, Vincenzo
    Roma - Vedute – Paesaggio - Rovine
    Arte – Incisioni – Acqueforti - Sec. 19
  • MATERIA E TECNICA CARTA
    albumina
  • CLASSIFICAZIONE DOCUMENTAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO ARTISTICO
  • ATTRIBUZIONI Anonimo: fotografo principale
    Vincenzo Vecchi: incisore
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici Etnoantropologici di Bologna Ferrara Forlì Cesena Ravenna e Rimini
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Pepoli Campogrande
  • INDIRIZZO Via Castiglione, 7, Bologna (BO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il nucleo di venticinque positivi in esame, sono la riproduzione di incisioni realizzate dal dottore Vincenzo Vecchi, nel periodo in cui esercitava la sua professione di medico condotto e chirurgo nella provincia romana, a Rocca di Papa e a Castel Gandolfo. L'insieme è formato da una prima incisione in cui Vecchi introduce il proprio lavoro artistico e da altre ventiquattro vedute rappresentanti monumenti e luoghi celebri nelle vicinanze di Roma. Ogni singola incisione è corredata da una didascalia inserita dallo stesso autore. L'introduzione che è stata realizzata al termine, riporta la data “Febbraio 1867”. Sul supporto secondario di quasi tutti i fototipi, è presente il timbro a secco “ED”. Per la cronologia del servizio fotografico, oltre alla data impressa sulla copertina, si decide di tenere in considerazione il periodo di diffusione della stampa all'albume (1855-1900). Il fondo fotografico Faccioli è costituito da stampe sciolte o incollate su supporto, raccolte nel corso della sua attività di ingegnere-architetto da Raffaele Faccioli (Bologna, 1836-1914). Dopo la sua morte, il geometra Luigi Mattioli, amministratore dei beni degli eredi, propose a Francesco Malaguzzi Valeri allora Direttore della Pinacoteca di Bologna, l'acquisto di questa raccolta grafica comprendente disegni, taccuini e materiale fotografico. L'acquisizione avvenne in due fasi, tra il 1917 e il 1918. Nei precisi elenchi che testimoniano la transazione si citano: "597 fotografie di diversi formati e soggetti montate su cartone, 624 fotografie di diversi formati e soggetti senza cartone, 31 fotografie su cartone di diverse misure, di soggetti architettonici e 9 fotografie senza cartone, di diverse misure, di soggetti architettonici" (9 maggio 1917) e "576 fotografie di diversi formati e soggetti" (9 aprile 1918). Documentazione circa il fondo è reperibile presso l'Archivio Storico della Pinacoteca, pratiche n. 31, foglio 43, n. 9
  • TIPOLOGIA SCHEDA Fotografia
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0800635994
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
  • DATA DI COMPILAZIONE 2015

LOCALIZZATO IN

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Anonimo

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'