allegoria della Vittoria

monumento ai caduti a lapide, 1925 - 1925
Vincenzo Jerace
1862/ 1947

base a forma di parallelepipedo e quattro prismi in corrispondenza degli angoli con le facce lavorate in maniera grezza entro cornici ben definite; il monumento è costituito da un piedistallo corrispondente alle dimensioni della base e da un lastra spessa con i profili irregolari, il cui prospetto frontale reca un altorilievo raffigurante la vittoria alata, con il braccio destro disteso ed una palma nella mano, mentre al di sotto di quest'ultimo sono incisi i nomi di trenta caduti della prima guerra mondiale; in basso, sulla parte frontale vi sono i nomi di ventisette caduti della seconda guerra mondiale

  • OGGETTO monumento ai caduti a lapide
  • MATERIA E TECNICA PIETRA
    Marmo
  • ATTRIBUZIONI Vincenzo Jerace
  • LOCALIZZAZIONE percorso viario
  • INDIRIZZO Via Vittorio Emanuele II 54, Villa San Giovanni (RC)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Dai documenti conservati presso l'archivio comunale di Villa San Giovanni sappiamo che il comitato pro monumento si creò il 16 dicembre del 1923 e tra dicembre e gennaio dell'anno successivo, fu scelto lo scultore Vincenzo Jerace, il quale progettò sia la parte scultorea con la figura allegoria della Vittoria e sia il basamento, che doveva essere realizzato in un blocco unico ed in pietra di Stilo. Da una lettera indirizzata dal sindaco a Jerace, datata 28 gennaio 1924, si apprende che le spese di trasporto e di imballaggio del monumento furono a carico dello scultore, a causa delle ristrettezze dei fondi a disposizione del comune; il sindaco inoltre, nella stessa missiva chiese a Jerace di anticiparne la consegna, realizzando la parte scultorea entro otto mesi e non dodici, come invece sarebbe avvenuto tenendo conto della data della firma del contratto; non sappiamo le ragioni di tale anticipo, ma da un'altra lettera si evince che Jerace esaudì tale richiesta, ma nonostante ciò, la collocazione definitiva del monumento avvene molto tempo dopo, probabilmente verso la fine del 1926, poichè lo scalpellino di Reggio al quale fu affidata l'esecuzione del basamento in pietra, un certo Angelo Ranzello, ne ritardò la consegna, nonostante le continue sollecitazioni del sindaco, il quale stanco delle mancate promesse dello scalpellino, ad un certo punto si rivolse al sindaco di Stilo chiedendo di indicargli uno scalpellino "serio e competente", e quest'ultimo gli consigliò Giuseppe Drago, il quale aveva realizzato a Stilo il monumento a Tommaso Campanella; purtroppo non sappiamo come finì la vicenda, poiché la documentazione presenta una lacuna relativa all'ultima fase dei lavori. La lastra con i nomi dei caduti della seconda guerra mondiale venne aggiunta nel 1962, e dal verbale di Giunta del 25 luglio di quell'anno, risulta che per la fornitura del materiale necessario fu scelta quale migliore offerente la ditta Ludovico e Rosario Carulli di Messina
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1800154174
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Calabria
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Belle arti e paesaggio della Calabria
  • DATA DI COMPILAZIONE 2014
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2016
  • ISCRIZIONI sul prospetto frontale del rilievo, a sinistra, in basso - S. TEN. ROSITANI UMBERTO DI V.NZO / CAPOR. CALABRESE GIOVANNI DI A.NIO / SOLD. ACCURSO DOMENICO DI F.SCO / - - ACCURSO PIETRO FU F.SCO / - - BAMBACE FRANCESCO FU A.REA / - - BAMBACE ROCCO FU G.PE / - - BARRESI VINCENZO FU F.SCO / - SOLD. BELLANTONE GIUSEPPE DI F.SCO / - - - CACCIOLA ROCCO DI G.NNI / - - CALABRO' BRUNO DI D.CO / - - CAMINITI COSIMO FU D.CO / CICCO ANTONINO FU N.LE / IMBESI FRANCESCO FU G.NNI / LOFARO ANTONIO DI R.CO / - LOFARO ANTONIO DI R.CO / - LOFARO GIOVANNI FU G.PE / - - LOFARO GIUSEPPE DI D.CO / - - LOFARO PASQUALE DI R.CO / - - MARINO CARMELO DI G.PE / - - MARCIANO' ANTONINO FU D.CO / - - MARCIANO' DOMENICO FU G.MO / - - MARCIANO' FRANCESCO DI D.CO / - - MORABITO DOMENICO FU A.NO / - - MORABITO GIOVANNI DI F.SCO / - - MORELLO GIUSEPPE DI P.HO / - - MESSINA ANTONINO DI D.CO / - - MESSINA ANTONINO DI P.LE / - - MESSINA DOMENICO DI P.LE / - - PARADISO VINCENZO DI L.GI / - - PREVITERA GIUSEPPE FU G.MINO / - - ZAGARELLA DOMENICO DI G.PE - maiuscolo - a incisione - italiano
  • DOCUMENTAZIONE ALLEGATA lettera (1)
    lettera (2)
    lettera (3)
    lettera (4)

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Vincenzo Jerace

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1925 - 1925

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'