Tobia e l'Angelo

alberello, 1700-1799

La scena è compresa in un riquadro che copre metà della superficie del vaso. Tobia è genuflesso ai piedi di un albero, sulla riva di un fiume, e tiene fra le braccia un grosso pesce, volgendo il capo, a sinistra, verso l'angelo in piedi, con un'asta nella mano destra. Ai piedi dell'angelo c'è un cane. Il riquadro è decorato da un motivo floreale e a volute che si ripete

  • OGGETTO alberello
  • MATERIA E TECNICA maiolica/ pittura soprasmalto
  • MISURE Diametro: 28 cm
    Altezza: 75 cm
  • AMBITO CULTURALE Bottega Abruzzese
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo Nazionale
  • LOCALIZZAZIONE Museo Nazionale
  • INDIRIZZO Piazza De Nava, 26, Reggio Calabria (RC)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il vaso proviene dalla fabbrica di Castelli (TE), non reca firma nè data, ma il soggetto piuttosto raro nel repertorio della maiolica castellana, ricorda la maniera di Carmine Gentili, allievo di Carlo Antonio Grue, che si rifaceva con frequenza alle composizioni della grande pittura veneta. (Inv. N. 1909/2 del Museo Nazionale di Reggio Calabria)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1800022948
  • DATA DI COMPILAZIONE 1984
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

BENI CORRELATI

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1700-1799

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE