Cristo in trono con la Madonna e San Giovanni Evangelista

dipinto, 1350 - 1410

L'affresco rappresenta il Cristo assiso su un trono a cassa, cui funge daspalliera una tenda decorata in alto da una fascia variamente colorata(rosso - verde - bianco). Il volto incorniciato da capelli fluenti èracchiuso in un nimbo perlinato decorato da archetti e dai bracci dellacroce. Indossa una tunica gallonata con ricco motivo di pieghe sul petto,sotto un ampio mantello di color rosso decorato ai bordi. La mano destra,asportata, benediceva alla latina, mentre la sinistra reggeva il consuetovolume del Valgelo, gravemente danneggiato. A sinistra, in ginocchio, ècollocata la Madonna avvolta in un lungo mantello, decorato da stelle,alzato in vita. A destra S. Giovanni Evangelista, gravemente danneggiato

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA intonaco/ pittura a fresco
  • AMBITO CULTURALE Ambito Italia Meridionale
  • LOCALIZZAZIONE Matera (MT)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE L'affresco è opera dello stesso pittore della scena dell'Annuciazione edinsieme ad esso rappresenta il momento di maggior impegno e di altaqualità nella decorazione dell'abside della cripta. Si veda, inparticolare, il bel volto di Cristo, che trova numerosi confronti nellaanaloga produzione angioina napoletana, senza volerne tuttavia precisareconnessioni immediate e definitive, e l'intera figura della Madonna dallaresa fortemente plastica e dal morbido modellato. Il frescante di S.Maria delle Tre Porte si discosta dal pittore della "Vaglia" per taluneprecise particolarità, quali ad esempio la maggiore libertà compositiva,il plasticismo delle vesti, l'uso di elementi ornamentali caratterizzanti(gli archetti nei nimbi) e gli accentuati tratti anatomici del volto,quali ad esempio le arcate sopraccigliari e la civettuola sottigliezzadel naso. Quanto all'iconografia della scena, analoga come tema a quelladell'abside centrale della "Vaglia", si possono rilevare ulterioridifformità: si veda, ad esempio, come i due pittori realizzano lamedesima Teofonia, quasi una "Deesis" alla "Vaglia" con i personagginell'attitudine e nell'abbigliamento tradizionali del soggetto bizantinoe del tutto libero da quella tradizione nell'abside della chiesa delle"Tre Porte". Si noti inoltre l'estrema libertà dell'impostazione dellefigure (l'abbigliamento del Cristo in trono e la sua collocazione sullosfondo della tenda variopinta) o la Madonna raffigurata addiritturagenuflessa e a mani giunte
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1700034981
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata
  • DATA DI COMPILAZIONE 1979
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1350 - 1410

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE