Profeti e Sibille

dipinto, 1593 - 1595

PERSONAGGI: Isaia; Geremia; Ezechiele; Daniele. FIGURE: sibille

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA intonaco/ pittura a fresco
  • ATTRIBUZIONI Giuseppe Cesari Detto Cavalier D'arpino
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Convento di S. Prassede all'Esquilino
  • INDIRIZZO Via di Santa Prassede, 9/A, Roma (RM)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Un documento dell'ASR dat. 1587 ricorda un pagamento al Cavalier d'Arpino a conto delle pitture "factae et faciendae" nella cappella Olgiati. A quest'epoca dunque può farsi risalire la progettazione della decorazione, documentata da alcuni schizzi e disegni preparatori del gabinetto dei Disegni degli Uffizi (Roettgen 1973, p. 147). L'esecuzione delle pitture viene però spostata al 1593-1595 per motivi d'ordine stilistico. Infatti esse mostrano di essersi ispirate alle opere del Correggio (cupola del Duomo di Parma) e di Tiziano (Madonna dei Frari) ma anche di guardare al Caravaggio. Roettgen nota che la decorazione realizza per la prima volta la perfetta coerenza tra spazio reale e programma iconografico
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1200161651E
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Speciale Archeologia, Belle arti e Paesaggio di Roma
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni artistici e storici del Lazio
  • DATA DI COMPILAZIONE 1977
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
  • ISCRIZIONI su cartiglio mostrato da un angelo - ASCENSOR COELI AUXILIATOR TUUS DEU - lettere capitali - a pennello - latino

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Giuseppe Cesari Detto Cavalier D'arpino

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1593 - 1595

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'