Crocifissione

dipinto, 0 - 99

L'affresco è inserito nella concavità della nicchia dell'Oratorio superiore alla chiesa

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA intonaco/ pittura a fresco
  • MISURE Altezza: 320 cm
    Larghezza: 140 cm
  • AMBITO CULTURALE Ambito Orvietano
  • LOCALIZZAZIONE ss. Severo e Martirio
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE "Finemente bizantineggiante" è la definizione che dà il Toesca di questa Crocifissione dipinta nell'abside che racchiude la piccola monofora nel coro della chiesa abbaziale. Studiata di recente da Corrado Fratini, unitamente al'altra Crocifissione conservata nell'ex refettorio dell'abbazia, l'opera è datata dallo studioso al secolo XIII e inquadrata nella serie di lavori realizzati ad Orvieto nelle chiese di San Giovenale e di Sant' Andrea dal pittore che egli convenzionalmente chiama il Maestro dei SS. Severo e Martirio. Il Piccolomini Adami avanza l'ipotesi che il lavoro possa ricondursi, se non addirittura attribuirsi a Giunta Pisano. E' certamente da notare la rassomiglianza del Cristo Patiens alle Crocifissioni di Giunta, in particolare al Crocifisso di San Domenico a Bologna
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1000150848
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici dell'Umbria
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici dell'Umbria
  • DATA DI COMPILAZIONE 1992

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 0 - 99

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE