archibugio a pietra focaia di Miguel de Zegarra, Diego Esquibel - produzione spagnola (XVIII sec)

archibugio a pietra focaia, ca 1720 - ca 1765-1770
Miguel De Zegarra
notizie dal 1768 al 1783
Diego Esquibel
notizie dal 1694 al 1732

Arma da fuoco portatile. Canna brunita a due ordini, tonda e quadra filettata alla giuntura. Tacca di mira a grano d'orzo dorata

  • OGGETTO archibugio a pietra focaia
  • MATERIA E TECNICA OSSO
    ACCIAIO
    legno di ciliegio
  • AMBITO CULTURALE Produzione Spagnola
  • ATTRIBUZIONI Miguel De Zegarra
    Diego Esquibel
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Musei del Bargello - Museo Nazionale del Bargello
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo del Bargello
  • INDIRIZZO via del Proconsolo. 4, Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La piastra e il ponticello sono tipici della tradizione archibugiara madrilena e difatti recano i punzoni di Miguel de Zegarra, archibugiaro madrileno allievo di Gabriel de Algora. L'11 aprile 1768 fu nominato dal re Carlo III archibugiaro onorario, e l'11 aprile 1771 divenne archibugiaro di corte, sostituendo Augustin Ortiz, che era gravemente malato ed infatti morì sette giorni dopo. Tra i suoi allievi si ricorda Antonio Navarro. Il de Zegarra morì il 22 gennaio 1783. La canna invece, più antica di almeno trent'anni, reca i punzoni del celebre maestro di canne spagnolo Diego Esquibel, allievo di Alonso Martinez, vissuto tra il XVII e il XVIII secolo. La sua attività è documentata a partire dal 1694 e morì il 26 gennaio del 1732. Non fu mai nominato armaiolo di corte, al contrario del suo allievo Gabriel de Algora che nel 1749 ottenne questo prestigioso incarico da Ferdinando IV. Al Bargello sono conservate altre canne firmate da Esquibel: AM 122, AM 138, AM 144, AM 171, AM 191. Presso la Real Ameria di Madrid si conservano gli archibusi K 139, K 143 e K 144; al Musée de l'Armée di Parigi l'archibuso 07702; mentre nella Collezione del castello di Windsor è conservata la coppia di pistole 365-366 e nelle Armerie della Torre di Londra gli esemplari XII 1558 e XII 1559. La fama dell'Esquibel fu causa di numerose contraffazioni, soprattutto in area tedesca su archibusi con canne spagnole, come nel caso degli esemplari AM 116 e AM 191 del Bargello. Trascrizione dall’Inventario 1878: «Archibuso canna liscia brunita violetto. Batteria bulinata con acciarino alla catalana. Cassa pure alla catalana intera di ciliegio guarnita di acciaio. Lung. della canna m 0,70, lung. totale m 1,06». La scheda menziona anche il numero 16 di un inventario precedente a quello del 1878, di cui non si ha riscontro
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0901142978
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA I Musei del Bargello - Museo Nazionale del Bargello
  • ENTE SCHEDATORE I Musei del Bargello - Museo Nazionale del Bargello
  • DATA DI COMPILAZIONE 2019
  • ISCRIZIONI sotto il mezzo calciolo - N. 15 - numeri arabi - a incisione -
  • STEMMI sulla piastra - dell'autore - Marchio - Migl/ Zega/rra

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Miguel De Zegarra

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE