La Battaglia di Legnano

monumento ai caduti ad ara, 1923 - 1923
Pietro Bianchi
Prima metà del XX Sec

L'opera presenta una base marmorea, occupante circa la metà dell'altezza, costituita da una piattaforma a gradini sormontata da piedistalli su cui è addossato un altorilievo bronzeo raffigurante una battaglia e su cui poggiano due colonne doriche reggenti un masso squadrato coronato da fronde di alloro e quercia rese in bronzo. L'epigrafe dedicatoria e i nominativi dei caduti sono riportati nella facciata retrostante del basamento, mentre, frontalmente, viene resa la battaglia di Legnano che vide la Lega lombarda vittoriosa contro il dominatore straniero Federico Barbarossa. L'incitamento della battaglia è palpabile, le allusioni alla realtà italiana del primo Novecento sono chiare, l'obiettivo è la liberazione dalla dominazione straniera al costo del sacrificio di molte vite, a tal proposito il rimando alla retorica è evidente nella croce posta in alto a sinistra del rilievo (come spesso accade il sangue versato dei soldati è paragonato a quello del Cristo). In basso a sinistra sono resi una serie di stemmi. Si tratta di un'opera completa strutturalmente e di forte impatto, significativa anche per la parte alta il cui carattere funerario è reso maestosamente nella gigantesca ara

  • OGGETTO monumento ai caduti ad ara
  • MATERIA E TECNICA Bronzo
    Marmo
    GRANITO
  • ATTRIBUZIONI Alfredo Angeloni (e aiuti): scultore
    Pietro Bianchi
  • LOCALIZZAZIONE piazza
  • INDIRIZZO piazza Vittorio Veneto, Massarosa (LU)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il monumento, commissionato da un comitato cittadino (creatosi nel 1922 a cui faceva capo Don Costantino Nannini) allo scultore Alfredo Angeloni, fu completato nel 1923. L'Angeloni, coadiuvato da Pietro Bianchi, vide collocata la sua opera presso la piazzetta adiacente la chiesa, dove si trova ancora oggi nonostante i tentativi dell'amministrazione comunale di attribuirle una nuova collocazione in piazza del municipio. La recinzione dell'opera, oggi definita da pilastrini posti alle estremità della piattaforma uniti da una catena metallica, ha subito diverse variazioni nel tempo; è passata, infatti, dall'essere, nel secondo dopoguerra, una ringhiera riccamente lavorata ad una sequenza di piloni in pietra collegati tra loro da tubi in ferro nel 1955. Non è la prima volta che l'episodio storico della battaglia di Legnano sia stato ripescato dal passato per attribuirgli valenze contemporanee, il compositore Giuseppe Verdi scrisse un'opera in quattro atti. Bib.: M. T. Filieri, Tre Gipsoteche lucchesi: problemi e prospettive, in "Le Gipsoteche in Toscana", atti del convegno (Pescia, 21 marzo 2001), Borgo a Buggiano (PT) 2002, pp. 113-121; S. Bietoletti, Arte lucchese dell'Ottocento e del Novecento nelle sale rinnovate di Palazzo Mansi, in "LUK", n. 4-5, gennaio - dicembre 2004, pp. 72-74; A. Serafini, Donazioni Angeloni, in "Collezioni GAMC 4", Pisa 2008, pp. 116-134; L. Gierut, Monumenti e lapidi in Versilia in memoria dei caduti di tutte le guerre, Pisa 2001
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900848288
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Lucca e Massa Carrara
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Lucca e Massa Carrara
  • DATA DI COMPILAZIONE 2014
  • ISCRIZIONI sul retro del basamento - CAP.NO BERTA[C]C[H]I [V]ASCO/ SOL. ANGEL[I] URBANO/ " ANGELI PIETRO/ " BERTOLUCCI ARNALDO/ " BERTOLANI MICHELE/ " BERTOLOZZI ABRAMO/ " BERTOLACCINI ATTILIO/ " BERTOLANI ANGELO/ " BARONI LORENZO/ " BROCCHINI MASSIMILIANO/ " CORTOPASSI CARLO/ " CASTIGLIONI GIUSEPPE/ " DE SANTI PIETRO/ " DINI UGOLINO/ " GUELFI GIUSEPPE/ " LUNA[RD]INI [P]I[E]TRO/ " MEI ANACLETO/ " MANFREDI OTTAVIO/ " MANFREDI DUILIO/ " PACINI AMEDEO/ " PELOSI FILIBERTO/ " PUCCIONI ANDREA/ " PAOLI ENRICO/ " SALARPI RAFFAELLO/ " VENTURI FERUCCIO/ " VIGNALI CARLO/ " VELLUTINI PIETRO/ " BERTOLUCCI RAFFAELLO/ MCMXV - MCMXVIII/ AI CADUTI DELLA GUERRA/ 1940 - 1945 - capitale - a incisione - italiano
  • LICENZA CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1923 - 1923

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'