tabernacolo - manifattura Germania nord-orientale (metà sec. XVII)

tabernacolo, 1640 - 1660

Tabernacolo formato da due piani sovrammessi sorretti da otto piccole sfere che fanno da piede. Sul primo piano, al centro vi è un piccolo sportello apribile, sotto il quale vi è un rilievo in avorio rappresentante Nostro Signore in croce tra la Madonna e San Giovanni. Intorno tre piccoli rilievi in avorio su fondo nero: quello a sinistra con il Battesimo di Cristo, quello a destra con il riposo della fuga in Egitto, e quello sopra, di forma ovale, che rappresenta l'Adorazione dei Magi. Sul secondo ordine, rientrante, troviamo incorniciato da due colonnine tortili un altro bassorilievo in avorio su fondo nero di forma rettangolare, rappresentante l'Annunciazione della Vergine. Come coronamento, al di sopra di un tetto, circondato da quattro palline vi è la Madonna col Bambino, statuetta poggiante su di una mezzaluna. Agli angoli del tabernacolo, si trovano festoni traforati

  • OGGETTO tabernacolo
  • MATERIA E TECNICA ambra gialla/ intaglio
    Avorio
  • AMBITO CULTURALE Manifattura Germania Nord-orientale
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo degli Argenti
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Pitti
  • INDIRIZZO P.zza Pitti, Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il tabernacolo risulta inventariato nel lunghissimo elenco di oggetti confluiti in Galleria, che i Lorena fecero redarre per la realizzazione di un'unica grande raccolta nel 1753. Non se ne è trovato traccia negli altri inventari medicei, nè della cappella, nè della guardaroba. Seguiremo, per questo splendido tabernacolo, la traccia della Piacenti che ne ipotizza una provenienza dalla Germania nord orientale, notando come l'uso di apporre dei piccoli rombi in leggero rilievo, soprattutto nei grandi manufatti impiallacciati, è tipico della produzione prussiana ( O. Pelka, 1920, pp. 67-68) così come il gusto di arricchire la struttura agli angoli con dei festoni di ambra trasparente realizzati a traforo. Nelle scenette a rilievo riconosciamo subito quell'intento naturalistico e quel gusto per il particolare che erano proprie della produzione nordica, cioè dei centri sulle coste del Baltico, proprio durante il XVII secolo. Questa tipologia di decorazione la ritroviamo anche in un altro tabernacolo molto simile al nostro esempio, conservato al Victoria and Albert Museum di Londra, proveniente dalla Germania nord orientale e datato nella seconda metà del XVII secolo (Rohde). Costituiscono il decoro: palline d'ambra trasparente, colonnine tortili che inquadrano rilievi, cartocci o festoni a traforo ai lati, proprio come nell'esempio qui considerato. Anche il tabernacolo di Londra ha nel coronamento una mezzaluna di ambra sormontata però da una Crocifissione in avorio (sembrerebbe però una aggiunta posteriore poichè tradizionalmente la mezzaluna doveva sostenere una Madonna col Bambino come nell'esempio degli Argenti). Nonostante questa divergenza, troviamo che si possa senz'altro ipotizzare per entrambi i tabernacoli uguale provenienza, cioè qualche centro sulle coste del mar Baltico (Königsberg ?), e simile datazione
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900749931-0
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Le Gallerie degli Uffizi
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Firenze
  • DATA DI COMPILAZIONE 2003

BENI COMPONENTI

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1640 - 1660

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE