antifonario di Simone Camaldolese (e aiuti), Soldini Paolo (e aiuti), Cenni di Francesco di Ser Cenni, Ser Monte - ambito fiorentino (sec. XIV)

antifonario, ca 1375 - ca 1385
Simone Camaldolese (e aiuti)
notizie 1381-1389
Paolo Soldini (e aiuti)
notizie 1342/ 1386
Monte Ser
notizie 1369-1415

Fascicolazione: fass. 1-15 quaterni; fas. 16 duerno (mancante dell'ultima pagina); fass. 17-18 quaterni; fas. 19 terno; fass. 20-23 quaterni (il 20°è mancante dell'ultima pagina); fas. 24 duerno (c. 181 fine parte originale); fass. 25-27 terni (aggiunta più tarda). Numerazione: cc. 200 di cui 1999 numerate; l'ultima non numerata con indice incollatovi datato 1802; si trova in alto al centro sul recto in inchiostro bruno in numeri romani, forse più tarda della stesura del codice; è presente un salto nella numerazione tra le cc. 152 e 154 per l'asportazione della c. 153. Altra numerazione moderna in numeri arabi in angolo in alto a destra, a penna. Specchio della scrittura: sistema di cinque tetragrammi alternati a cinque linee di scrittura (550 x 345); inchiostro bruno per la scrittura (littera gotica rotunda) e notazione musicale (quadrata); inchiostro rosso per rubriche e tetragrammi; inchiostro azzurro per segni paragrafali. Decorazione: costituita (SEGUE IN OSSERVAZIONI:)

  • OGGETTO antifonario
  • MATERIA E TECNICA ORO
    pergamena/ inchiostro bruno/ inchiostro rosso/ inchiostro blu/ pittura a tempera
  • AMBITO CULTURALE Ambito Fiorentino
  • ATTRIBUZIONI Simone Camaldolese (e aiuti)
    Paolo Soldini (e aiuti)
    Di Francesco Di Cenni Ser Cenni
    Monte Ser
  • LOCALIZZAZIONE Convento di S. Croce
  • INDIRIZZO piazza S. Croce 16, Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il codice segnato D comprende l'antifonario notturno e diurno del propriodel tempo dalla domenica di Resurrezione fino alla Pentecoste esclusa (cc.1-123), una sezione del Comune dei santi per il periodo pasquale (cc. 124-140), e il Proprio dei Santi tra il 25 aprile e l'8 maggio (cc. 140-181)comprendente le feste di S. Marco evangelista (25 aprile), dei SS. Iacopoe Filippo (1 maggio), dell'invenzione della Vera Croce (3 maggio), di S. Giovanni ante Portam Latinam (6 maggio) e di S. Michele Arcangelo (8 maggio). Si tratta di una parte dell'antifonario realizzato per S. Croce verso la fine del Trecento; i caratteri della scrittura e della decorazione calligrafica filigranata sono omogenei e senza dubbio realizzati nello stesso scriptorium degli altri corali. Le iniziali filigranate, almeno di due manidiverse, presentano un repertorio decorativo affine a quello del corale di S. Pancrazio, oggi alla Laurenziana, documentato a Paolo Soldini il Vecchio: (SEGUE IN OSSERVAZIONI:)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900449508-0
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato
  • ENTE SCHEDATORE L. 160/1988
  • DATA DI COMPILAZIONE 1995
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
  • ISCRIZIONI su cartellino incollato sul piatto della legatura - D - lettere capitali -

BENI COMPONENTI

BENI CORRELATI

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Simone Camaldolese (e aiuti)

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Paolo Soldini (e aiuti)

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Di Francesco Di Cenni Ser Cenni

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Monte Ser

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1375 - ca 1385

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE