peduccio - angolare, serie - produzione fiorentina (sec. XV)

peduccio angolare, 1494 - 1499

Corpo piramidale, sezione del fregio del peduccio, sezione di abaco

  • OGGETTO peduccio angolare
  • MATERIA E TECNICA pietra serena/ scultura
  • AMBITO CULTURALE Produzione Fiorentina
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo di Palazzo Vecchio
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Vecchio o della Signoria
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Questi peducci di ordine tuscanico non appartengono né alla maniera vasariana, né a quella dell'Ammannati. La loro semplicita` e la stessa scelta tipologica - che si rifaceva al tempio etrusco secondo dettami codificati da Leon Battista Alberti - rimandano alla maniera di Simone del Pollaiolo detto il Cronaca (1457-1508) al quale - affiancato da Antonio da Sangallo (ca. 1455-1534) e da Baccio d'Agnolo (1457-1543) - la Repubblica fiorentina affidò il progetto della scala che collegava questo cortile al nuovo salone del primo piano. La costruzione di quest'ultimo ambiente, poi diventato salone dei Cinquecento, fu sostenuta dallo stesso Savonarola, di cui era seguace Simone del Pollaiolo. Questi infatti proprio nella chiesa di San Miniato al Monte stava riproponendo un'impianto rigoroso ed essenziale a cui bene si addiceva il semplice ordine tuscanico, riflesso inoltre degli interessi filo etruschi della cultura di quegli anni. La stessa semplicità meglio si integrava con la scabra struttura preesistente del cortile, detto appunto della dogana per l'uso a cui fu destinato dal 1450 (Lensi Orlandi). L'ipotesi dello stesso Orlandi circa l'intervento di Michelozzo in questo cortile, escludendo così il Cronaca, non è al momento sostenuta da confronti stilistici né documentari. Il restauro del 1898 diretto da Cesare Spighi che riportò allo stato originario il cortile della Dogana, potè aver incluso anche questi peducci (Lensi)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900281605
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato
  • ENTE SCHEDATORE L. 41/1986
  • DATA DI COMPILAZIONE 1988
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 1998
    1999
    2006

BENI CORRELATI

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1494 - 1499

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE