profeti

arcata, post 1366 - ante 1380

Trifora parzialmente accecata, pilastini con capitelli sormontati da archetti acuti internamente profilati da archi a tutto sesto ed esternamente da ogiva, mostre di finestra ad oculo internamente lobate, mostra di portale, rosone, statuette

  • OGGETTO arcata
  • MATERIA E TECNICA pietra serena/ scultura
  • ATTRIBUZIONI Talenti Simone (1340-1345 Ca./ 1381): esecutore
    Ghiberti Lorenzo (1378/ 1455): disegnatore
    Lamberti Niccolò Di Pietro Detto Pela (1370 Ca./ 1451): esecutore portale
  • LOCALIZZAZIONE Chiesa di Orsanmichele o S. Michele in Orto
  • INDIRIZZO Via Orsanmichele, 7, Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La prima pietra dell’edificio di Orsanmichele fu posta con cerimonia ufficiale il 29 luglio 1337. Le arcate, chiuse dal Talenti a partire 1366 quando il loggiato fu trasformato in luogo di culto, furono eseguite dall’artista con elegante gusto tardogotico. Nel 1380 le arcate furono completate, ma, per quanto riguarda il lato occidentale di Orsanmichele, i lavori ripresero nel 1410 (cfr. Quinterio F.) quando si costruirono le due porte di accesso alla chiesa. I lavori per la costruzione delle due mostre di portale furono inizialmente affidati a Niccolò di Pietro Lamberti e vi lavorò una numerosa equipe di scalpellini. I documenti citano i nomi di Bertino di Piero, Giovanni di Francesco, Andrea di Pietro, Biago di Cecchino, Bartolo di Giovannello, Betto d’Antonio da Guardone, Salvi di Giovanni, Giusto di Checco da Settignano, Bruno d’Antonio da Settignano, Antonio Aleotti, Giusto di Nanni, Jacopo di Corso. Solo nel 1414 compare il nome di Albizo di Piero a cui probabilmente si deve l’esecuzione completa delle due mostre di portale che, come suggerisce Quinterio, si pongono come un’edicola-baldacchino all’interno di una illusionista volta a crocera posta su un piano. Albizo di Piero lavorava alle mostre di portale del alto ovest, mentre stava eseguendo il tabernacolo di San Giovanni Battista (cfr. scheda P33118) sempre ad Orsanmichele. I lavori proseguirono lenti e vennero completati soltanto nel 1417. Secondo il Quinterio esistono analogie con alcuni elementi architettonici impiegati dal Ghiberti nello sfondo di alcune formelle della porta Nord del Battistero (ad esempio l’edicola della formella con l’ “Adorazione dei Magi”). Questo fa supporre al Quinterio l’esistenza di un disegno ghibertiano di riferimento anche per le mostre di portale di Orsanmichele
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900281560-0
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Firenze
  • DATA DI COMPILAZIONE 1989
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

BENI COMPONENTI

BENI CORRELATI

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Talenti Simone (1340-1345 Ca./ 1381)

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Ghiberti Lorenzo (1378/ 1455)

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Lamberti Niccolò Di Pietro Detto Pela (1370 Ca./ 1451)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - post 1366 - ante 1380

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'