mostra di nicchia di Giuliano da Maiano, Benedetto da Maiano, Giovanni da Maiano (sec. XV)

mostra di nicchia,
Giuliano Da Maiano
1432/ 1490
Benedetto Da Maiano
1442/ 1497
Giovanni Da Maiano
1438/ 1478

Tabernacolo in pietra bianca e serena. Si compone di una nicchia semicircolare delimitata da due colonnine che sorreggono un architrave a mensole sporgenti, ornato da una cornice a ovuli; su questo poggia un'arcata a tutto sesto coronata alla sommità da un cherubino. La nicchia è occupata dal gruppo scultoreo della Madonna col Bambino (cfr. 0900189739 A), realizzato in terracotta grezza. La base dell'edicola, in pietra serena come l'architrave della nicchia, presenta due plinti decorati con un motivo a treccia. Al centro e in posizione più arretrata, è un altorilievo in marmo bianco su fondo verde raffigurante la Pietà. L'intero tabernacolo poggia su un alto basamento a zoccolo e risulta delimitato, su tre lati, da una cancellata bronzea (cfr. 0900189739 B)

  • OGGETTO mostra di nicchia
  • MATERIA E TECNICA marmo/ scultura
    terracotta/ modellatura
    pietra serena/ scultura
  • ATTRIBUZIONI Giuliano Da Maiano
    Benedetto Da Maiano
    Giovanni Da Maiano
  • LOCALIZZAZIONE Prato (PO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il tabernacolo della Madonna dell'Ulivo fu eretto dai fratelli da Maiano nel 1480 in un loro podere nei dintorni di Prato, detto appunto dell'Ulivo; in origine completavano il tabernacolo alla sommità due angeli reggicandelabro (Vasari). L'assegnazione delle singole parti a ciascuno dei tre fratelli è ormai generalmente accettata: a Giuliano - attivo soprattutto in architettura - si suole ricondurre la nicchia, derivata da modelli brunelleschiani; lo schema piramidale e le turgide forme della Madonna col Bambino attribuiscono il gruppo in terracotta a Benedetto, mentre il dossale con la Pietà è ritenuto opera di Giovanni, artista altrimenti sconosciuto (Marchini). Nel 1867 il tabernacolo fu trasferito nella cattedrale pratese ad opera dell'architetto Fortunato Rocchi che fornì anche il disegno della cancellata e dei due candelabri bronzei
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900189739-0
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni artistici e storici delle province di Firenze, Pistoia e Prato
  • ISCRIZIONI lungo lo zoccolo della base del tabernacolo - DAL SUBURBIO OVE LA POSERO I FRATELLI MAIANESI A PROVA/ DELLA COMUNE ARTE E IN SEGNO DI RELIGIONE QUI NEL MDCCCLXVII/ ANNUENTE IL CAPITOLO F(---) TRASLOCATA PER DECRETO PUBBLICO - lettere capitali - a incisione - latino

BENI COMPONENTI

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Giuliano Da Maiano

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Benedetto Da Maiano

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Giovanni Da Maiano

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'