assunzione della Madonna

dipinto,

Personaggi: Madonna. Figure: angioletti. Abbigliamento: veste; mantello; v elo. Fenomeni naturali: luce; nuvole. Fiori

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tela/ pittura a olio
  • ATTRIBUZIONI Anton Domenico Gabbiani
  • LOCALIZZAZIONE Pescia (PT)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La tela venne commissionata al pittore fiorentino Anton Domenico Gabbianida Giuliano Cecchi che si occupò personalmente dell'arredo della cappella familiare. La potente famiglia Cecchi non poteva perettersi di sfigurared avanti ai suoi concittadini e, dato che Giulio Maria apprezzava molto due dipinti eseguiti per le chiese pesciatine della Santissima Annunziata e di San Domenico, da importanti ed apprezzati artisti quali Baldassarre Franceschini e Carlo Maratta, meditò di assegnare l'esecuzione o acquistare, da uno dei due, l'immagine sacra da apporre sopra l'altare della cappella. Ma le forti pressioni esercitate, attraverso Vincenzo Olivaccini cortigiano di origine pesciatina, dal Gran Principe Ferdinandode Medici affinchè l' esecuzione della pala d'altare fosse affidata al suo protetto Anton Domenico Gabbiani andarono a buon fine ed i Cecchisul finire del 1704 commissionarono la tela al pittore fiorentino più pagato del momento. Secondo l'intenzione di Giulio Maria Cecchi nel dipinto avrebbe dovuto trovare posto anche la figura della Madonna assunta ma il Gabbiani, che aveva mosso delle obiezioni sul poco spazio disponibile, preferì, con l'avallo del Gran principe, eseguirla in una tela a parte. La rappresentazione, di pregevole fattura, appare ben condotta nel disegno delle figure e nell'uso della tavolozza dai colori caldi e ricchi di sfumature, dove una stemperata luminosità e un illusionismo ottico evidenziano una ispirazione e derivazione cortonesca. Di questa tela, come di quella collocata sull'altare della cappella, sempre eseguita dal Gabbiani e raffigurante il martirio di san Lorenzo, Ignazio Hugford, allievo e biografo del pittore fiorentino,realizzò un'incisione. Ed è sempre l'Hugford ad informarci che il Gabbiani completò e probabilmente consegnò il dipinto nel 1706
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente religioso cattolico
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900037006
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni artistici e storici delle province di Firenze, Pistoia e Prato
  • DATA DI COMPILAZIONE 1974
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
  • LICENZA CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Anton Domenico Gabbiani

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'