progetto per un altare

disegno architettonico, ca 1740 - ca 1760

Progetto molto dettagliato, costituito da prospetto e pianta, per un altare con ancona da addossare ad una parete di fondo. L'altare, sopraelevato e inscritto nell'alto basamento dell'ancona, non viene specificato nel suo paliotto ma solo nell'ingombro; si eleva dalla base un dossale con specchiature marmoree sul quale poggia la porzione centrale dell'ancona con apertura a centina mistilinea per la pala e colonne binate con capitelli ionici ai lati. Il tutto è sormontato da timpano inscritto in una lunetta sulla quale siedono due figure allegoriche accompagnate da plinti con vasi; al centro un'ampia cartella con cimasa. Il disegno è tracciato su due fogli incollati fra loro in verticale e rifilati ai lati

  • OGGETTO disegno architettonico
  • MATERIA E TECNICA carta vergata e filigranata/ matita
    carta vergata e filigranata/ penna
    carta vergata e filigranata/ acquerellatura
    carta vergata e filigranata/ inchiostro bruno
  • MISURE Altezza: 762 mm
    Larghezza: 362 mm
  • AMBITO CULTURALE Ambito Modenese
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Collegio S. Carlo
  • INDIRIZZO Via S. Carlo, 5, Modena (MO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Nonostante l'iscrizione al verso e la collocazione nelle collezioni del Collegio portino a collegare questo progetto ad uno degli altari laterali della chiesa di S. Carlo non esiste, in realtà, alcuna corrispondenza fra questo disegno, peraltro già pubblicato, e un altare laterale. Per datazione si può avvicinare alle date di progettazione dell'altare di S. Filippo Neri, per il quale esistono anche i disegni poi effettivamente realizzati, ma nulla di quanto ipotizzato in questo progetto fu poi salvato per la versione definitiva e riportato nella realizzazione in marmo; ulteriore ostacolo per l'assegnazione del progetto in esame ad una prima fase dei pensieri relativi all'altare già nominato è la forma della cornice per la pala d'altare che non corrisponde alla forma del dipinto che l'ancona era destinata ad ospitare. Nella pubblicazione del 1991 dedicata al patrimonio della chiesa e del collegio Anna Coccioli pubblicò il disegno in esame come una prima idea per l'altare della Pietà, ipotizzato secondo la studiosa nelle forme descritte nel foglio da una mano anonima ma poi finito con materiali più semplici per mancanza di fondi. La mancanza di corrispondenza fra disegno e realizzazione perfino nelle parti basse - laterali della mensa, alzata, intradosso fra le colonne ecc - lascia tuttavia più di un dubbio a proposito, non esistendo sul disegno alcuna indicazione in merito
  • TIPOLOGIA SCHEDA Disegni
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà privata
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0800648888
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
  • ENTE SCHEDATORE Fondazione Collegio San Carlo
  • DATA DI COMPILAZIONE 2017
  • ISCRIZIONI sul verso, in basso - Altari di S. Carlo - grafia antica - corsivo - a penna -

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1740 - ca 1760

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE