aquila ad ali aperte

gemma, ca 0 - ca 199

Onice bianco e nero. Forma ellittica; Zwierlein-Diehl 6. Aquila stante, di tre quarti a s., testa volta a d., ali aperte, non completamente spiegate. Linea di base

  • OGGETTO gemma
  • MATERIA E TECNICA onice, intaglio
  • MISURE Lunghezza: 11 mm
    Spessore: 5 mm
    Larghezza: 9 mm
  • AMBITO CULTURALE Produzione Romana
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Galleria Estense
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo dei Musei
  • INDIRIZZO largo Sant'Agostino, 337, Modena (MO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il piumaggio dell'aquila è reso con sufficiente cura. Questo intaglio trova confronto in AG Wien III, n. 1920. L'aquila, generalmente retrospiciente, costituisce un soggetto iconografico particolarmente diffuso nel repertorio glittico di età romana, soprattutto imperiale, attestato in diverse varianti che possono, tra l'altro, riguardare il supporto sul quale l'animale posa (ad es. ara cilindrica, fulmine, globo o ramo) o l'elemento che esso tiene eventualmente nel becco (ad es. corona vegetale o ramoscello). Per quanto riguarda l'iconografia molto semplice documentata dalla gemma della Galleria Estense, con l'aquila, retrospiciente e ad ali spiegate, priva di altri elementi accessori, cfr. ad es. D'Agostini 1984, p. 43, n. 69 (corniola, II-III sec. d.C.)?; AG Wien III, tav. 49, n. 1920 (niccolo, I/II sec. d.C.). Nella raccolta glittica della Galleria Estense l'aquila compare come soggetto principale in quattro esemplari: n. 587 (00285837); n. 720 (00285970); n. 866 (00286116); n. 910 (00286160)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0800286160
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA GALLERIA ESTENSE
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Modena e Reggio Emilia
  • DATA DI COMPILAZIONE 2007
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2012

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 0 - ca 199

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE