organo, 1852 - 1852
Alessio Veratti
notizie sec. XIX

Collocato in cantoria sul presbiterio "in corna Evangelii". Cassa lignea indipendente con fregi intagliati e con pittura a tempera. Facciata di 23 canne da Sol1, a cuspide con ali; labbro superiore "a scudo"

  • OGGETTO organo
  • MATERIA E TECNICA legno/ intaglio/ pittura a tempera
  • ATTRIBUZIONI Alessio Veratti
  • LOCALIZZAZIONE Sassuolo (MO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Non è certo, anche se plausibile, che il primo organo collocato nella chiesa di S. Giorgio fosse donato dal nobile Marco Pio Signore di Sassuolo fra il 1577 (anno in cui salì al potere) ed il 1584. In quest'ultimo anno la Comunità decise di fare costruire a proprie spese un nuovo strumento per mano dell'organaro Paolo Cipri. L'anno successivo, in occasione dello scoprimento della chiesa per restauri, fu lo stesso Cipri a smontare e rimontare l'organo. Si ha poi notizia di una serie di interventi di restauro da parte di vari organar!: Giulio Savani (1646), Prospero Vasti (1670), Guido Lanzi (1680), Giovanni Francesco Fabri (1691), Lorenzo Testa (1710), Domenico Traeri (1720 e 1731), Francesco Corra-dini (1745 e 1768). Nel 1755 si diede inizio alla fabbrica del nuovo Duomo, e nel 1761, poco prima della riapertura del tempio, fu raggiunto un accordo con Agostino Traeri perché costruisse un nuovo strumento. Questo fu montato nel 1762 in un sito troppo angusto, che non era quello proposto dal Traeri. Negli anni successivi l'organo fu soggetto a vari difetti, a risolvere i quali furono chiamati lo stesso Agostino Traeri (1768, 1771, 1772 e 1775), Domenico Colombi (1793 e 1795), Giuseppe Colombo e figlio (1796). Nel 1839 lo strumento fu "modernizzato" da Ermenegildo Sighinolfi e poi rifatto da Alessio Verati nel 1851-52. Nel secolo presente si ricordano gli interventi di Cavalli (1933), Emilio Catellani (nell'ultimo dopoguerra) e Pier Paolo Bigi nel 1984
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente religioso cattolico
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0800270526
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Modena e Reggio Emilia
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Modena e Reggio Emilia
  • DATA DI COMPILAZIONE 1991
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2010

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Alessio Veratti

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1852 - 1852

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'