decorazione pittorica di Gatti Bernardino detto Soiaro (sec. XVI)

decorazione pittorica, 1560-1572

L'interno fu affrescato secondo un piano iconografico mariano preciso e tuttora di non facile né dettagliata decifrazione. Spiccano, oltre al sottarco orientale dipinto da Parmigianino, la cupola con "l'Assunzione di Maria" dipinta da Barnardino Gatti (1560); le dodici scene dal Vecchio Testamento tra gli Apostoli del tamburo e il fregio sotto la cornice (sempre del Gatti e di Lattanzio Gambara, autore degli affreschi delle pareti interne del Duomo)

  • OGGETTO decorazione pittorica
  • MATERIA E TECNICA intonaco/ pittura a fresco
  • ATTRIBUZIONI Bernardino Gatti Detto Soiaro
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Chiesa di S. Maria della Steccata
  • INDIRIZZO Strada Giuseppe Garibaldi, 5, Parma (PR)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Nella cupola decorata, dal 1560 al 1572, come nel tamburo, nel fregio e nei pennacchi, dal cremonese Bernardino Gatti, l'imitazione dal Correggio del Duomo, perfino nel soggetto - l'Assunta, gli apostoli sul tamburo ed i putti - è intesa in modo precipuamente barocco, forse dovuto anche alla visione del Pordenone in Santa Maria di Campagna a Piacenza ove del pari il Gatti dipinse. Con questo pittore che ebbe, oltre il figlio, come aiutante nella decorazione della cupola, il fiammingo Bartholomeus Spranger, ammiratore del Parmigianino fin da quando era in patria e che a Roma porta, vicino agli accenti emiliani, toscani e romani di Raffaellino da Reggio, dello Zuccari e del Salviati, quelli fiamminghi, si può dire si inizi il secondo manierismo parmense. La tradizione che ne fa un allievo del Correggio risale al 1584. È menzionato per la prima volta a Pavia nel 1519, poi a Cremona nel 1522, come artista già noto. In seguito i suoi interessi, caratteristici dell'area fra Cremona e Mantova, si volgono al Pordenone e piú in generale ai modi introdottivi da Giulio Romano: vedi ad esempio la Crocifissione (1543-47: Parma, Palazzo Comunale). A Parma, alla fine del 1559 proseguí la decorazione dell'abside e della volta della Steccata, lasciata incompiuta dall'Anselmi (morto 1554-56), che venne terminata solo nel 1572 (cupola). Operò anche a Piacenza (affreschi di Santa Maria di Campagna) e a Cremona (affresco del refettorio di San Pietro al Po, 1552, e Assunzione della Vergine, incompiuta, per il duomo)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico non territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0800001906
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Parma e Piacenza
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Parma e Piacenza
  • DATA DI COMPILAZIONE 2002
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2005
    2006

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Bernardino Gatti Detto Soiaro

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'