fusto di colonna, (?) 1242 - (?) 1634

semplice fusto di colonna a sezione circolare

  • OGGETTO fusto di colonna
  • MATERIA E TECNICA pietra d'istria
  • MISURE Diametro: 40,5 cm
    Altezza: 298,5 cm
  • AMBITO CULTURALE Produzione Veneziana
  • LOCALIZZAZIONE Venezia (VE)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE il fusto di colonna è uno dei quattro posti a terra nel portico del chiostro dell’ex Convento di S. Anna nel sestiere di Castello. Non è dato sapere la datazione e l’originale provenienza di tale manufatto anche se è possibile supporre che possa essere stato un elemento architettonico o della chiesa (altari ?) (ricostruita nel 1634) o del chiostro che fu riedificato negli anni 1761 – 1764. Lo storico Tassini nel suo libro “Curiosità veneziane” (1970) così scrive della chiesa e del complesso conventuale di Sant’Anna (p. 29): “Giacomo da Fano, eremita Agostiniano della Congregazione dei Brittini, o Brittinesi, venuto a Venezia nel 1240, poté acquistare due anni dopo un terreno vacuo a Castello, e fabbricarvi una chiesa ed un convento sotto l'invocazione di S. Anna e Caterina pei Religiosi del suo Ordine. Questi in progresso di tempo, tramutatisi a S. Stefano, alienarono nel 1297 ambidue gli edifici ad alcune devote femmine desiderose di professare la regola di S. Benedetto, che vi si trasferirono nel 1304. La chiesa di S. Anna, riedificata nel 1634 sopra il modello dell'architetto Contin, ed il convento, ristaurato nel 1765, vennero secolarizzati nel 1807, e nel 1810 ridotti a Collegio di Marina. Ora però si prestano ad uso di Ospitale delle truppe di Marina. […]”
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0500641171
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Venezia e Laguna
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Venezia e Laguna
  • DATA DI COMPILAZIONE 2015

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - (?) 1242 - (?) 1634

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE