testa maschile con barba

architrave di porta, (?) 1300 - (?) 1399

testina di uomo con capelli e barba ricci

  • OGGETTO architrave di porta
  • MATERIA E TECNICA Marmo
  • AMBITO CULTURALE Produzione Veneta
  • LOCALIZZAZIONE ex oratorio di San Giovanni Battista
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE la testina, raffigurante uomo con capelli e barba riccia, è murata presso il sovraporta dell'accesso all'immobile edificato per ospitare, inizialmente, l’oratorio di San Giovanni Battista nei pressi del Palazzo Patriarcale in campo San Piero nel sestiere di Castello. La testina pare essere per somiglianza stilistica coeva alle statue poste in facciata. Tradizione locale tramanda che negli anni ottanta qualcuno tentò di rimuovere senza successo l'opera dalla sua collocazione (si veda la data di tale avvenimento incisa sulla malta a destra del rilievo). La ricchezza dei marmi, utilizzati per la costruzione della porta in esame (ma anche delle altre due sui due fianchi) fa presupporre uno sfarzo e un posto di rilievo dell’edificio che divenne solo in seguito la sede della Scuola (Confraternita) del Santissimo Sacramento. E’ probabile che ai fianchi della porta vi fossero due capitelli a sostegno di altre statue (si vedano i santi a figura intera posti in facciata al piano primo) poiché, a seguito della caduta dell’intonaco cementizio, si vedono due elementi lapidei a filo muro con parte della superficie scalpellata che disegna una possibile mensola. La confraternita del Santissimo Sacramento, del XVI secolo, teneva i propri riti presso la vicina chiesa di San Pietro. Con la soppressione degli ordini da parte di Napoleone, i locali passarono di proprietà del demanio. “Esistevano a Venezia molte Scuole del Santissimo Sacramento, una per ogni parrocchia; esse avevano lo scopo di accrescere la devozione verso Cristo Sacramentato. Sembra che la prima Scuola di questo genere fosse stata istituita presso la chiesa del Corpus Domini, l’anno 1395, e subito imitata da tutte le chiese parrocchiali più importanti della città. Il più delle volte esse ebbero sede in una chiesa, ma, talora, riuscirono anche ad avere un proprio edificio dove tenere le riunioni. Un rilievo marmoreo raffigurante il Calice ed il Santissimo stava ad indicare, dall’esterno, la presenza di una Scuola del Santissimo […]” (Gramigna-Perissa, 1981, pp. 47-48)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0500641164
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Venezia e Laguna
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Venezia e Laguna
  • DATA DI COMPILAZIONE 2013
  • LICENZA CC-BY 4.0

BENI CORRELATI

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - (?) 1300 - (?) 1399

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE