organo - meccanico di Nachini Pietro - ambito veneto (fine sec. XVIII)

organo meccanico,
Pietro Nachini
1700 ca./ 1770

Collocato in cantoria su controfacciata, è racchiuso in una cassa lignea sobria dimodeste dimensioni. Di forma squadrata, la cassa presenta cinque facce di grandezze diverse con disegni geometrici, quadrati e rettangoli, circoscritti da cornici. La finestra per il prospetto delle canne è ad arco tutto sesto; al centro dell'arco vi è una testa di angioletto. La cantoria, sostenuta da due colonne centrali, riprende il motivo geometrico della cassa dell'organo, alternando figure rettangolari di dimensioni diverse. L'organo presenta un prospetto, a campata unica, di canne disposte "a cuspide"con ali convergenti. Non c'è la tenda di protezione. Il numero complessivo delle canne di facciata è 25; la nota e il registro della canna maggiore è il Sol1 di Principale. Le canne sono in lega di metallo. E' un unico ordine di canne. Il profilo delle canne è piatto; le bocche sono allineate. Il labbro superiore è sagomato "a scudo". Appartengono tutte al registro di Principale. Sono tutte canne suonanti. Alla base vi è il registro di concerto, 45 canne di Tromboncini. Mancano le ultime 5 canne, c'è lo zoccolo con i fori, ma non le canne (si sente l'aria passare)

  • OGGETTO organo meccanico
  • MATERIA E TECNICA LEGNO
    CARTA
    lega metallica
    METALLO
    PELLE
  • AMBITO CULTURALE Ambito Veneto
  • ATTRIBUZIONI Pietro Nachini
  • LOCALIZZAZIONE Chiesa di S. Maria Assunta
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Lo strumento, costruito da Pietro Nacchini, ha successivamente subito due interventi di restauro: il primo da parte dei Fratelli Bazzani nel 1893 e il secondo nel 1963 da parte della ditta Ruffatti, che ha realizzato le modifiche tuttora conservate. L'organo fu fortemente danneggiato durante la seconda guerra mondiale. Il restauro del 1963 fu perciò un intervento radicale. Tutte le parti dello strumento vennero smontate e riparate (somieri, manticeria, canne in metallo e canne di legno, e meccanica di trasmissione). Fu inoltre installato l'elettroventilatore. La pedaliera attuale è opera dei fratelli Ruffatti, come anche il ripristino di alcuni registri, forse dal Bazzani sostituiti
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0500223656
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Venezia e dei comuni della gronda lagunare
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni artistici e storici di Venezia
  • DATA DI COMPILAZIONE 1997
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
  • ISCRIZIONI al centro, sopra la tastiera - Opera di D.P. Nacchini/ Restaurato da Fratelli Bazzani-Venezia 1893/ e dalla Famiglia Artigiana Fratelli Ruffatti-Padova 1963 - italiano volgare

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Pietro Nachini

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE