Apollo del Belvedere. Apollo

statua, 1788 - 1788
Giuseppe Torrenti
notizie ultimo quarto sec. XVIII / prima metà sec. XIX

opera in gesso

  • OGGETTO statua
  • MATERIA E TECNICA GESSO
    LEGNO
  • MISURE Profondità: 85 cm
    Altezza: 220 cm
    Larghezza: 61 cm
  • ATTRIBUZIONI Giuseppe Torrenti: scultore
  • LOCALIZZAZIONE deposito
  • INDIRIZZO Via Giacomo Leopardi, 15, Bergamo (BG)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il gesso è cavato dall'Apollo del Belvedere, statua in marmo del sec. II d.C. trovata nei dintorni di Roma nella seconda metà del Quattrocento. Appartenne al cardinal Giuliano della Rovere che la conservava nel suo palazzo ai Santi Apostoli. Una volta divenuto papa Giulio II, portò la statua in Vaticano, dove fu esposta nel cortile delle statue. Si ritiene che il marmo romano sia copia di un bronzo eseguito tra il 330 e il 320 a.C. da Leochares, uno degli artisti che lavorarono al Mausoleo di Alicarnasso. Il gesso reca la firma di Giuseppe Torrenti, noto formatore romano, e la data 1788. Il cartellino presente sul basamento informa che si tratta di uno dei calchi donati all'Accademia Carrara da papa Giovanni XXIII e dal cardinale Gustavo Testa nel 1963 e giunti a Bergamo nel 1964. Il gesso è stato preso in considerazione da Lucrezia Bertoli nella sua tesi di laurea, che tuttavia non ha segnalato il nome del formatore
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0303243427
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i beni storici artistici ed etnoantropologici per le province di Milano Bergamo Como Lecco Lodi Monza Pavia Sondrio Varese
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni storici artistici ed etnoantropologici per le province di Milano Bergamo Como Lecco Lodi Monza Pavia Sondrio Varese
  • DATA DI COMPILAZIONE 2015

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1788 - 1788

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'