monumento funebre, insieme di Ganti Gian Cristoforo detto Gian Cristoforo Romano, Briosco Benedetto detto Benedetto Pavese, Bernardino da Novi (sec. XV, sec. XVI)

monumento funebre, 1562 - 1562
Bernardino Da Novi
notizie 1555/ 1593

monumento funebre

  • OGGETTO monumento funebre
  • MATERIA E TECNICA marmo/ scultura
  • ATTRIBUZIONI Ganti Gian Cristoforo Detto Gian Cristoforo Romano
    Briosco Benedetto Detto Benedetto Pavese
    Bernardino Da Novi
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Chiesa della Certosa delle Grazie
  • INDIRIZZO viale Monumento, 4, Certosa Di Pavia (PV)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Secondo le Memorie di Matteo Valerio, "l'anno 1492 mastro Giovan Cristoforo Romano scultore fece l'arca o sia sepolcro dove sono scolpite le historie del duca Galeazo et durò le spese sino al 1497 d'acordio L. 8000 et L. 100 di donativo" (R. Battaglia, Le 'Memorie' della Certosa di Pavia, in "Annali della Scuola Normale Superiore di Pisa", XXII, 1 (1992), p. 125 e nota 118). Ai lavori dovettero poartecipare diversi collaboratori, tra cui Benedetto Briosco, il cui nome compare sulla statua frontale della Madonna col Bambino. Il monumento in origine doveva trovarsi dietro l'altare maggiore, sostituendone uno più antico, per poi approdare all'odierna collocazione entro il 1515. Sono opere di Bernardino da Novi il sarcofago a terra e le due statue di Virtù che lo affiancano, aggiunti nel 1562 (L. Marchesi, Da Bernardino da Novate a Bernardino da Nove, scultore al mausoleo di Gian Galeazzo Visconti nella Certosa di Pavia, in "Arte Lombarda", 102-103 (1992), pp. 74-76). Come rilevato da Marchesi (Ibidem), la vicinanza tra Bernardino da Novi e Galeazzo Alessi rende plausibile una vaga testimonianza manoscritta che riferisce il progetto del sarcofago a un "Mastro Galezo Peregrino" (R. Battaglia, Le 'Memorie' della Certosa di Pavia, in "Annali della Scuola Normale Superiore di Pisa", XXII, 1 (1992), p. 188), molto probabilmente da identificare nell'Alessi
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0300702475
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Como, Lecco, Monza-Brianza, Pavia, Sondrio e Varese
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni storici artistici ed etnoantropologici per le province di Milano Bergamo Como Lecco Lodi Monza Pavia Sondrio Varese
  • DATA DI COMPILAZIONE 2011

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Ganti Gian Cristoforo Detto Gian Cristoforo Romano

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1562 - 1562

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'