orologio da tavolo, 1800 - 1809

Orologio quasi interamente dorato a foggia di biga guidata da un amorino e trainata da due cavalli non dorati, corredato da una teca di protezione i n vetro con base in legno. Base dell'orologio rettangolare sorretta ai qu a ttro angoli da piedini a zampa di leone; sul fronte anteriore sono appli ca te tre decorazioni; ai lati due composizioni con faretre incrociate con to rcie, coccarde; al centro vaso scanalato con manici con anse rivolte v erso l'alto da cui pendono ghirlande e fiancheggiato da quattro amorini ch e gi ocano a coppie, adagiati su lunghe foglie. Sopra la fascia perimetral e del la base, corre una scanalatura. La scultura costituente l'orologio vero e proprio è formata da un amorino o Cupido alato in piedi, vestito so lament e di una stola panneggiata, in atto di guidare il carro, formato d a una c onchiglia rovesciata che nella parte posteriore è contraddistinta da un dr ago alato e nella parte anteriore da una testa di mastino che add enta il t ravetto a cui sono fissati i cavalli, bruniti con finimenti dora ti. La ruo ta anteriore comprende il quadrante entro una doppia cornice; i raggi son o formati da colonnette scanalate con capitelli. Gli occhi di Cupido e dei cavalli sono smaltati

  • OGGETTO orologio da tavolo
  • MATERIA E TECNICA bronzo/ doratura/ fusione/ cesellatura
    LEGNO
    VETRO
    SMALTO
  • MISURE Profondità: 13.7 cm
    Altezza: 40 cm
    Larghezza: 47.5 cm
  • AMBITO CULTURALE Bottega Parigina
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Palazzo Ducale
  • INDIRIZZO Piazza Sordello, 40, Mantova (MN)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE L'orologio da tavolo, eseguito attorno al 1805 dal parigino L. Armingaud, costituisce un pregevolissimo esemplare di una produzione seriale di fusio ne in bronzo dorato e cesellato. Per il soggetto classico della biga con A more (che a quanto si riscontra da un altro esemplare dell'orologio, con l a mano destra reggeva una fiaccola simbolo dell'amore e con la sinistra te neva le redini) e per la tipologia delle elegantissime ornamentazioni, l'o ggetto ben rappresenta il carattere dello stile Impero. Con ogni prob abili tà l'orologio fa parte degli originari arredi allestiti in Palazzo D ucale in età napoleonica, come d'altronde lascia ben supporre la produzion e fran cese. L'orologio venne denunciato come smarrito e in data dicembre 1994 re stituito
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0300151214
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Mantova Brescia e Cremona
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Mantova Brescia e Cremona
  • DATA DI COMPILAZIONE 2008
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2008

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1800 - 1809

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE