ancona, insieme - ambito lombardo (ultimo quarto sec. XVI)

ancona, 1575 - 1599

Altare ligneo intagliato e dorato, attualmente del tutto smembrato, compos to da quattro elementi ad incastro la cui configurazione d'insieme è ben l eggibile in una vecchia foto dell'altare com'era stato ricomposto all'inte rno di una delle sale di Palazzo Ducale (sala degli Arcieri). Le semicolon ne inquadranti la nicchia dev'era inserita la pala, hanno un fusto decorat o con scanalature tortili, basamenti decorati con motivi intagliati a gira li vegetali e capitelli di ordine corinzio riccamente intagliati, sostenen ti le basi che sorreggono la struttura archivoltata. Esse presentano diver si ordini di modanatura e cornici a dentelli e a ovuli. Le semicolonne, in oltre, poggiano su basi quadrangolari liscie con bordi aggettanti e modana ti. I bordi esterni dei piani di fondo verticali sono decorati con un prof ilo intagliato a racemi e a volute. Tra le due semicolonne è sistemata una base d'appoggio modanata per il dipinto che stava all'interno. La strutt ura archivoltata presenta due mensole frontali aggettanti con basi a dado, e decorate con bacellature e scanalature; due volute a S, con foglia lanc eolata, sono collocate ai lati dell'archivolto. Le specchiature triangolar i di raccordo dell'archivolto sono decorate da motivi floreali. CONTINUA N EL CAMPO OSS

  • OGGETTO ancona
  • MATERIA E TECNICA legno/ intaglio/ doratura/ modanatura/ gessatura
  • AMBITO CULTURALE Ambito Lombardo
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Palazzo Ducale
  • INDIRIZZO Piazza Sordello, 40, Mantova (MN)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Nel catalogo dell'Ozzola l'ancona smembrata compare come proveniente dalla chiesa parrocchiale di Pieve di Coriano che fu oggetto di radicali restau ri tra il secondo e il quarto decennio del ventesimo secolo. Nel corso di tali interventi, dalle pareti vennero tolti e smontati sicuramente almeno due altari (vd. schede nr. 0300150180 e 0300150181) la cui vendita alla so printendenza di Mantova procurò una parte dei finanziamenti per la conclus ione del campanile. Al di là del riferimento all'Ozzola, per la presente a ncona a tutt'oggi non si conosce alcuna documentazione che possa confermar e la provenienza da Pieve di Coriano. Nel breve carteggio, conservato pres so l'archivio della Curia di Mantova, riguardante l'autorizzazione vescovi le del 1931 all'alienazione dei due suddetti altari, si accenna ad un terz o altare che in quel periodo era stato però escluso dall'alienazione. Si p otrebbe quindi considerare l'ipotesi che tale altare sia stato alienato so lo più tardi e possa corrispondere alla rpesente ancona (inventariata pera ltro solo nel 2001) che nella foto del catalogo dell'Ozzola appare montato nella Sala degli Arcieri di Palazzo ducale a cornice di un dipinto cinque centesco raffigurante "La nascita della Vergine" di proprietà della Galler ia dell'Accademia di Venezia (alla quale è stata di recente restituita la tela). A questo punto non sarebbe nemmeno da escludersi l'ipotesi che l'an cona potesse essere originariamente pertinente a tale dipinto in considera zione di una certa corrispondenza nelle dimensioni. Nuovamente smontata, i cinque pezzi che compongono l'ancona furono collocati in un deposito di P alazzo Ducale dove si trovano tutt'ora. Nella generale configurazione dell 'ancona e sopratutto nei singoli elementi che la compongono - il timpano s pezzato, le semicolonne con le scanalature tortili, i motivi sinuosi delle numerose volute, alcune schiacciate e dal profilo a S - s'idividuano i to ni più ricorrenti della cultura tardo-manierista che spingono ad ascrivere il complesso ligneo al tardo '500. Anche nell'inventario del Matthiae, t ra le opere di rilievo della chiesa di Pieve di Coriano, è compreso un al tare provvisto di colonne tortili e con una cimasa semicircolare, che tutt avia on sembrerebbe corrispondere per la rpesenza di altri diversi element i alla presente ancona
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0300150170
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Mantova Brescia e Cremona
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Mantova Brescia e Cremona
  • DATA DI COMPILAZIONE 2008
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2008

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1575 - 1599

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE