soggetto assente

bandiera, 1859 - 1859

Bandiera tricolore in palo di forma rettangolare, realizzata unendo tre teli in atffetas verde, bianco e rosso. Al recto il telo bianco è ornato in pieno da uno scudo sannitico bordato d'azzurro che non tocca i due campi verde e rosso, con l'arme di Savoia moderna, bordatoi con un nastro in taffetas di seta azzurro. Il verso è identico al recto. Il lato all'asta mostra i fori della chiodatura del drappo alla propria asta, Drappo a doppio dritto. Con il drappo è conservato un galloncino, creato da trama in cotone verde e ordito in seta verde, decorato dall'andamento sinuoso della trama, che presenta segni di fori

  • OGGETTO bandiera
  • MATERIA E TECNICA seta/ taffetas
    seta/ ricamo
    filo di cotone/ lavorazione a telaio
    filo di seta/ lavorazione a telaio
    filo dorato/ lavorazione a telaio
  • AMBITO CULTURALE Manifattura Modenese
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Musei Reali - Armeria Reale
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Reale
  • INDIRIZZO p.zza Castello, 191, Torino (TO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Questa bandiera è stata erroneamente attribuita da Angelucci (1890) al 19° reggimento dell'esercito dell'Emilia, attribuzione acriticamente confermata da Ghisi (1932), il quale probabilmente non ebbe l'occasione di vederla. Si tratta invece di una delle 4 o 5 bandiere confezionate nel novembre del 1859 dall'Educandato di San Paolo di Modena per i reggimento di quell'esercito. I sei reggimenti di fanteria di linea dell'esercito del Governo Provvisorio Modenese ricevettero già dal primo gennaio 1860, in preparazione del loro assorbimento da parte dell'Armata Sarda, numerazione diversa (41° e 42° Modena; 45° e 46° Reggio; 49° e 50° Parma). Trasformatosi l'Armata Sarda in Esercito Italiano (marzo 1861) i reparti ricevettero nuove bandiere tricolori sabaude modello marzo 1860 e, in seguito, depositarono le antiche bandiere nel Magazzino Militare Centrale di Torino, da dove, nel 1866, furono versate in Armeria Reale. Probabilmente la O.117 giunse in Armeria in quell'anno e con lo stesso mezzo. Ulteriori studi sono necessari per restringere la rosa di reggimenti modenesi candidati all'attribuzione della O.117, anche se l'assenza sulla cravatta (quella collegata attualmente non era propria) del predicato del reggimento, in ricamo, costituisce un ostacolo pressoché insormontabile. Bibliografia: A. Angelucci, Catalogo della Armeria Reale illustrato con incisioni compilato dal maggiore Angelo Angelucci per carica del Ministero della Casa Reale, Torino 1890, p. 502; L. Rangoni Machiavelli, Il Tricolore negli stati italiani dal 1859 al 1861. Risorgimento, Città di Castello: 1915; E. Ghisi, Il Tricolore Italiano 1796 - 1870. Rizzoli & C. Milano 1931; P. E. Fiora, Bandiere in Piemonte, documentazione storica. Monografia del Centro Studi dell'Accademia di San Marciano, Torino 1971; R. Cosentino (a cura di), L'archivio storico dell'Armeria Reale di Torino. Umberto Allemandi & C. Torino: 2005. Riferimenti Archivio Storico dell'Armeria Reale: Corrispondenza, cartellina 348
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0100216750
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Musei Reali-Armeria Reale
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte
  • DATA DI COMPILAZIONE 2010
  • STEMMI sul drappo - familiare - Stemma - Savoia - 2 - di rosso alla croce di bianco

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1859 - 1859

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE