soggetto assente

bandiera, ca 1847 - ca 1847

Recto in velluto in seta di color blu recante un'iscrizione ricamata in argento filato e riccio a punto posato su imbottitaura in cartoncino. Alla scritta è sovrapposta un'arme di Savoia, adagiata su serti di quercia, eseguita con la tecnica del ricamo a riporto, impiegando taffetas bianco laminato in argento, argento filato ricamato a punto posato su imbottitura, ciniglia rossa (impiegata per rifinire la croce posta al centro e le venature delle foglie dei serti di quercia), oro riccio ricamato a punto posato (scelto per realizzare i rami dei serti) e paillette dorate. Verso in gros de Tours rosso con croce avorio.. Sui tre lati è applicata una frangia con briglie in oro filato e canutiglia. Al lato all'asta sono cuciti a distanza regolare quattro nastri in taffetas azzurro che servivano a legare il drappo stesso all'asta. Sia il recto che il verso presentano una cornice quadrangolare definita da un gallone in oro filato, deciorato dall'andamento serpentino degli stessi filati

  • OGGETTO bandiera
  • MATERIA E TECNICA seta/ raso
    seta/ taffetas
    seta/ gros de Tours
    seta/ ricamo in rilievo con imbottitura
    seta/ marezzatura
    paillette/ argentatura
    seta/ ricamo ad applicazione
    seta/ velluto tagliato
    seta/ ricamo in oro
    seta/ laminata in argento
    filo dorato/ lavorazione a telaio
  • AMBITO CULTURALE Manifattura Italiana
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Musei Reali - Armeria Reale
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Reale
  • INDIRIZZO p.zza Castello, 191, Torino (TO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La bandiera è stata donata come segno di gratitudine a Carlo Alberto dalla comunità Valdese a celebrazione delle riforme attuate da Carlo Alberto alla fine dell'ottobre 1847 che, in particolare, concedevano ai Valdesi i diritti civili di tutti gli altri sudditi. Con le nuove libertà i Valdesi potevano finalmente esercitare le "professioni liberali" e iscriversi all'Università. Bibliografia: A. Angelucci, Catalogo della Armeria Reale illustrato con incisioni compilato dal maggiore Angelo Angelucci per carica del Ministero della Casa Reale, Torino 1890, p. 519; E. Ricchiardi, Le bandiere di Carlo Alberto (1814 - 1849). Editrice il Punto, Torino: 2000. Riferimenti Archivio Storico dell'Armeria Reale: Strumenti 30. Nel secondo registro la bandiera è censita al n° 8 della Classe IV relativa ai "Doni nazionali e oggetti propri dei Re Carlo Alberto, Vittorio Emanuele II e Umberto I". La serie S era relativa ai "Doni e oggetti appartenuti a Re Carlo Alberto"
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0100215959
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Musei Reali-Armeria Reale
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte
  • DATA DI COMPILAZIONE 2010
  • ISCRIZIONI drappo, recto - A CARLO ALBERTO/ I VALDESI/ RICONOSCENTI - lettere capitali - a ricamo -
  • STEMMI drappo, verso - familiare - Stemma - Savoia - di rosso alla croce di bianco

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1847 - ca 1847

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE