ZOCCOLO CON TROFEI DI GUERRA

DECORAZIONE PARIETALE, 1799 - 1799
Giuseppe Balegno
sec. XVIII

La decorazione parietale portata in luce nel corso del recente intervento di restauro raffigura uno zoccolo di colore grigio articolato in pilastrini a fondo rosso e specchiature mistilinee a fondo verde decorate da trofei di guerra, delimitate da cornici gialle. I frammenti si trovano sulle pareti est, nord e ovest

  • OGGETTO DECORAZIONE PARIETALE
  • MATERIA E TECNICA intonaco/ pittura a fresco
    intonaco/ pittura
  • ATTRIBUZIONI Giuseppe Balegno: esecutore
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Chiablese
  • INDIRIZZO piazza San Giovanni, 2, Torino (TO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Sono di seguito riportate le misure dei singoli frammenti: parete est h. 68 x 134 il primo a lato della porta d'ingresso dallo scalone, h. 73 x 133 il secondo, h. 67 x 136 il terzo e h. 75 x 136 il quarto, h. 89 x 43 l'ultimo ad angolo con la parete sud; parete nord h. 68 x 101 il primo ad angolo con la parete est, h. 89 x 30 ognuno dei due sugli sguanci della prima porta-finestra, h. 89 x 30 e h. 89 x 39.5 sugli sguanci della seconda porta-finestra e h. 68 x 37 il frammento ad angolo con la parete ovest; parete ovest h. 67 x 36 il pilastrino verso la parete nord, h. 74 x 129.5 il secondo frammento, h. 70 x 37 il terzo verso la parete sud.||La decorazione recuperata nel corso del recente restauro potrebbe essere messa in relazione ad un documento catalogato ed inserito nella banca dati di Palazzo Chiablese. Si tratta di un pagamento al pittore Giuseppe Ballegno "per avere il medesimo co' suoi Compagni nel 1799 ... dipinto nel Salone detto de' Svizzeri nel Palazzo di SAR, cioè due facciate di detto Salone a semplici quadrature, con cornici gialle, fascie griggie, e perseghine, due ciambrane in marmo con li trofei di guerra nei fondi, due porte finte con le sovraporte in marmo, con li trofei di guerra ne'fondi, il lambriggio in finto marmo, e fatto una quadratura ai due squarci de' fenestroni ... Torino li 4 marzo 1800. £. 485" (ASTO, Archivio Duca di Genova, Casa Duca del Chiablese, Registro recapiti appannaggio del Duca del Chiablese, reg. 138, p. 16 cfr. scheda in Banca dati Palazzo Chiablese n. PT000155). Il documento si riferisce però a soltanto due pareti del salone e dunque non è chiaro se la decorazione fosse un semplice completamento o se riguardasse solo una parte della sala, che era più piccola di ora perchè aveva un tramezzo sul lato sud. Si tratta di un'ipotesi, da valutare con i dati che forniranno i restauratori e da leggere insieme ad altri documenti che si stanno esaminando per la ricerca storica sul Palazzo. Numerose furono infatti le manutenzioni ottocentesche, alcune documentate come quella - inserita nel Bilancio del 1843 - che prevedeva come spesa straordinaria il "Riattamento delle arricciature delle pareti e delle cornici d'imposta del Salone detto degli Svizzeri; tinte e coloriture alle pareti e porte, e riformazione del pavimento che sarà quindi bitumato alla Veneziana £. 1406" (cfr. scheda in Banca dati Palazzo Chiablese n. PT000280). Potrebbe risalire a questa data la copertura dei dipinti dello zoccolo, che certamente a metà dell'Ottocento non erano più visibili, come documenta il Testimoniale di Stato senza data ma databile agli anni centrali del XIX secolo, che descrive "pareti nude a tinta" (cfr. "Testimoniali di Stato del Palazzo Genevese senza data" in ASTO, Archivio del Duca di Genova, Casa Duca di Genova, categoria amministrazione, scatola 3 fasc. 25bis). Inoltre occorre tenere presente che l'aspetto attuale del Salone è molto diverso da quello originario, ricostruibile sulla base di documenti, inventari, fotografie e piante storiche del Palazzo, soprattutto a causa dei bombardamenti avvenuti durante la seconda guerra mondiale e dei successivi lavori di ripristino promossi nel dopoguerra
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0100211436
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Torino Asti Cuneo Biella e Vercelli
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio del Piemonte
  • DATA DI COMPILAZIONE 2006
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2016

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1799 - 1799

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'