Sant'Antonio Abate

dipinto,

Affresco staccato e riportato su pannello con cornice di onice

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA muratura/ pittura
  • AMBITO CULTURALE Ambito Biellese
  • LOCALIZZAZIONE Biella (BI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La serie di affreschi si trovava in origine collocata lungo le pareti dell'antica cappella di S. Eligio, ubicata in Duomo dove ora sorge la sacrestia minore. Rinvenuti nel 1956 - 1957 durante i lavori per il sacello di S. Stefano, furono staccati e restaurati da Guido Fiume (M. Trompetto, Santa Maria in Piano, Torino 1963, pp. 29 - 32). Dedicata ai patroni delle Corporazioni artigiane di Biella, la cappella fu affrescata per volere dei vari collegi, secondo Torrione (Antichi affreschi delle corporazioni artigiane scoperti nel Duomo di Biella, in Rivista Biellese, anno XI, n. 6, 1957, pp. 1 - 5) da pittori diversi e in epoche diverse. Sulla parete centrale erano situati gli affreschi raffiguranti la Beata Panacea, patrona delle filatrici; S. Eligio, patrono dei fabbri e maniscalchi; S. Benedetto, invocato in guerra; S. Antonio Abate, patrono dei beccai e mulattieri. Nella parete a mattina era un Santo vescovo (secondo alcuni S. Orso) benedicente. Datati da Sciolla (Il Biellese dal Medioevo all'Ottocento, Torino 1980, p. 88) al 1470 - 1480, più recentemente pubblicati da Lebole (Storia della chiesa biellese. La Pieve di Biella, Biella 1984, v. I, pp. 424 - 426) e datati alla seconda metà del '400, possono in effetti riferirsi a due mani diverse: in particolare il S. Antonio Abate pare opera dello stesso autore biellese attivo (1460 - 1470) nella chiesa dei SS. Fabiano e Sebastiano di Ponderano, nell'Oratorio di S. Antonio Abate di Sandigliano, in Duomo (Cristo della Domenica), mentre il restante gruppetto pare ascrivibile ad altro ignoto frescante attivo a date antecedenti
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0100017546A-4
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte

FA PARTE DI - BENI COMPONENTI

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE