Architrave di porta (bene semplice)

XX secolo prima metà

Architrave di porta ligneo con decorazione scultorea a intaglio. Il bassorilievo riproduce figure antropomorfe, animali e alcuni oggetti (una zucca calebasse, usata come contenitore, e un sonaglio). Al centro è rappresentato un serpente con doppia testa, in posizione circolare

  • OGGETTO Architrave di porta
  • MATERIA E TECNICA LEGNO
    Intaglio
  • MISURE Misura del bene culturale 0500694753: 16x152x9 cm
  • CLASSIFICAZIONE ARREDI E SUPPELLETTILI
  • AMBITO CULTURALE Produzione Bangwa
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo africano
  • LOCALIZZAZIONE Casa Madre Missionari Comboniani
  • INDIRIZZO Vicolo Pozzo, 1, Verona (VR)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Questo architrave decorava in origine l’ingresso dell’abitazione del capo villaggio, detto fon. Negli altopiani del Camerun occidentale, a partire dal XV secolo, fiorì infatti una ricca arte di corte per celebrare la figura del sovrano. La capanna del capo si trovava al centro del villaggio, in una posizione privilegiata. Era grande il doppio rispetto alle altre abitazioni e si distingueva per l’apparato decorativo di grande pregio. Gli stipiti e l’architrave erano decorati con ricchi bassorilievi che raffiguravano la storia della chefferie, dei suoi fon e dei suoi antenati. Le figure umane erano spesso accompagnate da animali, come il serpente a doppia testa, simbolo di regalità. La porta d’ingresso era sollevata da terra di circa 50 centimetri, come una sorta di finestra. Questa specie di davanzale-soglia aveva la funzione di proteggere ed esaltare la figura del sovrano; veniva infatti utilizzata dal capo villaggio come seduta durante le riunioni del Consiglio degli Anziani, che si tenevano all'esterno della casa, mentre gli altri membri sedevano per terra. La casa del sovrano, in particolare la soglia, veniva decorata perché rivestiva un ruolo importante, tanto da essere considerata un luogo significativo ed eccezionale. La decorazione aveva una funzione protettiva, commemorativa e celebrativa
  • TIPOLOGIA SCHEDA Beni demoetnoantropologici materiali
  • FUNZIONE E MODALITÀ D'USO funzione strutturale e soprattutto simbolica per commemorare e celebrare la dinastia regnante
  • LUOGO DI REALIZZAZIONE , CAMERUN
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente religioso cattolico
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0500694753
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza
  • DATA DI COMPILAZIONE 2018

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'