S. Petronilla Vergine e Martire

Arcidiocesi Di Palermo, 1796/03/08 post -
Gigante Teodoro (attribuito)
notizie dal 1787/ 1820 ca

La struttura verticale portante originaria dell'edificio è in blocchi di calcare di forma pressoché regolare, "chiapponi" e "smarrati", rivestita da intonaco, ben conservato giacché è stato oggetto di recenti restauri. I solai intermedi -dei locali di pertinenza della chiesa, con accesso sia dall'interno che dall'esterno di quest'ultima- sono piani, probabilmente con struttura portante lignea. Da un locale di servizio contiguo al nuovo ufficio parrocchiale si accede alla torre campanaria e alla cantoria dove è collocato l'organo. Il solaio della cantoria -che si estende per tutta la larghezza della navata principale ed è sorretto da due colonne centrali e due paraste laterali- ha struttura portante lignea e soprastante tavolato. Il piano di calpestio è in mattonelle di graniglia a motivi geometrici e floreali. La navata centrale è coperta da volta a botte reale ribassata, lunettata, impostata su una trabeazione poco aggettante. Le navate laterali sono coperte da volte a crociera ribassate, a pianta rettangolare, impostate, da un lato, su coppie di paraste addossate ai pilastri centrali; dall'altro su colonne binate distanziate dal muro perimetrale; al di là di queste la copertura prosegue con porzioni di volta a botte che raccordano le crociere con la parete laterale e coprono gli altari laterali. La copertura è costituita da due falde inclinate che coprono il volume della navata centrale, raccordate con la copertura inclinata che copre il catino dell'abside maggiore seguendone l'andamento curvilineo. Le navate laterali e i locali accessori sono coperti, in parte, da copertura piana, a terrazza praticabile, in parte da copertura ad un'unica falda inclinata. Il manto di tegole è costituito da uno strato di coppi alla siciliana maritati. La scala alloggiata nella torre campanaria, ha struttura portante in ferro e piccoli ballatoi in laterizi (pignatte). Le scale della vecchia e nuova canonica, accessibili sia dall'esterno (via Turturici; via Lima) che dall'interno, sono state ricostruite nel corso di recenti restauri e, di conseguenza, si ipotizza che siano state realizzate in cemento armato. La pavimentazione della Chiesa è in mattoni di marmo bianco di Carrara e Bardiglio. La pavimentazione del vano adibito a ufficio parrocchiale è in mattonelle di segati di marmo arabescato proveniente dalla Toscana che recentemente ha sostituito il vecchio materiale (1988)

  • OGGETTO chiesa-madre
  • AMBITO CULTURALE Ambito Siciliano
  • ATTRIBUZIONI Gigante Teodoro (attribuito): progettazione e direzione dei lavori
  • NOTIZIE Un documento, purtroppo senza data, indirizzato al "B. Serio Vescovo" dai confrati della "Congregazione del Ss. Sac.to", attesta l'esistenza della confraternita: "Gli individui tutti componenti la congregazione del Ss. Sac.to Vassalli umilissimi di V. E. con ogni dovuto ossequio l'espongono qualmente la sud.a congregazione ha perdurato nel suo Santo Fervore per lo spazio d'anni 30: circa in buona Fede e gli sud.i Fratelli l'hanno spiritualmente frequentata fino adesso, senza avere incontrato molestia alcuna". Il documento non precisa quale sia a quel tempo la sede della confraternita; ma precisa che lo scopo della supplica al Vescovo è la necessità di dotare la confraternita dei "Capitoli" che gli vengono inviati affinché lui, nella qualità di Patrono della confraternita, ne verifichi la validità e ne caldeggi l'approvazione. Un documento successivo rappresenta la risposta del prelato sulla questione; e questa volta riporta la data: 1813. Se ne deduce che la originaria fondazione della confraternita del Ss. Sacramento è collocabile intorno al 1780 e che, con l'approvazione dei capitoli in questione se ne chiede una sorta di "rifondazione", forse in seguito allo spostamento in una nuova sede. Sono, infatti, gli anni in cui la Chiesa Parrocchiale di Trabia viene spostata dalla Chiesa del Ss. Sacramento alla nuova chiesa Madre sorta, per volontà di Pietro Lanza, nell'area di nuova espansione del paese e dedicata a S. Petronilla. Ancora oggi il titolo parrocchiale è "S. Petronilla V.M." Anche se patrono del paese è il SS. Crocifisso
  • LOCALIZZAZIONE Trabia (PA) - Sicilia , ITALIA
  • INDIRIZZO piazza Duomo, Trabia (PA)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Architettura
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente religioso cattolico
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1900273075
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Centro Regionale per l'Inventario e la Catalogazione
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Palermo
  • DATA DI COMPILAZIONE 2004
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2023
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE