Masseria Mandorla Amara

Monopoli, 1600/00/00 - 1700/00/00

Nel territorio di Monopoli, al confine con quello di Fasano, la Masseria denominata “Mandorla amara” occupa un lotto di circa 3 ha di costruzione circoscritta all’interno delle alte mura di cinta fortificate, e parte integrante di una pertinenza agricola che si estende per ulteriori 11 ettari, coltivati a ulivi, mandorli e frutta. Un lungo viale di accesso conduce al complesso formato da più corpi di fabbrica aventi funzioni diverse, con la masseria posta centralmente. Quest’ultima si sviluppa su tre livelli, con struttura muraria in tufo calcareo del luogo, intonacato di color rosa antico, con l’interno articolato da una serie di vani formalmente e costruttivamente diversi fra loro, in quanto voltati con coperture realizzate in tufo e intonacate (volte a crociera, volte a botte con unghie, alcune a sesto acuto). Le pavimentazioni delle varie stanze sono realizzate con chianche in pietra e marmette. Nell'edificio è inserita anche una cappella, che, in questo caso, è parte del fabbricato principale ed è evidenziata in facciata solo dal portone decorato con un frontone e un'iscrizione sul fregio. Il cortile, che si apre oltre il corpo di fabbrica perpendicolare a quello principale ed è destinato alle funzioni produttive legate alle strutture che su esso si affacciano, conserva ancora la pavimentazione in basole calcaree; in esso si svolgevano le principali attività produttive e può essere considerato una sorta di aia protetta da muri. In questo cortile affacciano la porcilaia alcuni ricoveri per animali, il frantoio, i magazzini, i depositi, le aree per la lavorazione e l'essiccazione dei frutti e le abitazioni dei lavoratori. Gli edifici di questo blocco sono di forma rettangolare ad un piano, in conci di pietra o tufo calcareo squadrati; internamente hanno pareti rustiche, copertura voltata a botte, a crociera, o a stella e pavimentazione in pietra a spacco e 'chianche'

  • OGGETTO masseria-padronale
  • AMBITO CULTURALE Maestranze Locali
  • NOTIZIE A voler tentare una periodizzazione del complesso edilizio si può dire che il suo impianto definitivo sia assimilabile agli insediamenti masserizi sorti in concomitanza con l’introduzione e la diffusione delle colture legnose (viti, mandorli e ulivi) e conseguenti a quella “rescoperta della campagna”, che, dal tardo Illuminismo in poi contrassegnò la cultura meridionale. L’immobile rientra nella tipologia di complessi produttivi, composti da abitazioni coloniche, stalle/ovili e locali per deposito attrezzi, che si a metà del Settecento si trasformano da dimore rurali in masserie-ville padronali, caratterizzate da giardini, roseti e pergolati con colonnine a sostegno di strutture a pergola in ferro per rampicanti
  • LOCALIZZAZIONE Monopoli (BA) - Puglia , ITALIA
  • INDIRIZZO Via Sant’ Oronzo, Monopoli (BA)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Architettura
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà privata
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1600334543
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Bari
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Bari
  • DATA DI COMPILAZIONE 2019
  • DOCUMENTAZIONE ALLEGATA decreto vincolo (1)
  • DOCUMENTAZIONE GRAFICA planimetria catastale (1)
    planimetria catastale (2)
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1600/00/00 - 1700/00/00

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE

ITINERARI